Muffin vegan con semi di lino

Muffin vegani

Buongiorno e buon lunedì. Continuo a sfornare dolci con la frutta ma questa volta i protagonisti principali non sono i frutti di casa bensì i semi di lino. Di solito mi “limito” ad aggiungerne un paio di cucchiai al pane, mi piace quel leggero gusto di nocciole che gli regalano ma la scorsa settimana sfogliando un vecchio numero di Elle a table ho trovato questa ricetta e me ne sono innamorata.

Per i vegani o per coloro che conoscono la cucina vegana sembrerà che io abbia scoperto l’acqua calda ma non sapevo che i semi di lino potessero andare a sostituire le uova in alcune ricette, come in questo caso. In effetti se si tritano un po’ e poi vi si aggiunge dell’acqua dopo 10/15 minuti si ottiene un composto “budinoso” che andrà a legare l’impasto dei muffin o di una torta da credenza. Senza considerare che i semi di lino sono una fonte di omega 3 e di antiossidanti, insomma come ho letto nell’articolo di Elle, un vero superfood!

Ma veniamo al gusto. Quando ho detto al marito che stavo preparando un dolce vegano ha storto il naso, sospettoso. Mi sono detta: e adesso chi se li mangia 10 muffin? E invece, una volta usciti dal forno il profumo che si è sparso per casa l’ha attirato in cucina e dopo averne addentato uno mi ha guardata ed ha esclamato un “sono buoni!”. E in effetti sono davvero buoni, un gusto ed un aspetto rustico, la frutta regala una nota acidula e una consistenza umida. Li abbiamo mangiati a colazione e a merenda, dividendoli equamente :)

muffin ai semi di lino e frutta

  • 4 cucchiai di semi di lino
  • 200 gr di farina 00
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 150 ml di latte di soia
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 4 cucchiai di olio di noci
  • 200 gr di frutta (io lamponi, prugne e albicocche)
  • 1 pizzico di sale

Con il frullatore a immersione tritare i semi di lino grossolanamente. Aggiungere 6/8 cucchiai d’acqua fredda e lasciare riposare per 15 minuti in modo che si formi una base gelatinosa. In una ciotola mescolare gli ingredienti secchi (farina, zucchero, lievito, bicarbonato e sale). In un’altra ciotola mescolare latte, olio e semi di lino gelatinizzati. Pulire la frutta, tagliarla a pezzetti (tranne i lamponi) e aggiungerla alla farina mescolando delicatamente in modo che tutti i pezzi vengano ben ricoperti dalle polveri, facendo così non andranno a fondo nell’impasto.

Scaldare il forno a 180°, aggiungere i liquidi alle farine e incorporare il tutto senza lavorare troppo l’impasto. Mettere un paio di cucchiai d’impasto nei pirottini (io avevo dei pirottini più grandi e anziché 12 muffins ne ho ottenuti 10) e infornare per 20 minuti. Servire tiepidi o freddi. Si conservano un paio di giorni in scatola di latta.

You May Also Like

Le scole pistoiesi di Emanuela

Biscotti morbidi con ricotta

Biscotti morbidi con ricotta e cioccolato

Brioches con crema di squacquerone e fragole

Brioche con crema di squacquerone e fragole

omelette soufflée con le fragole

Omelette soufflée alle fragole

21 thoughts on “Muffin vegan con semi di lino”

  1. Sapevo delle banane come sostituti delle uova ma i semi di lino sono una vera scoperta anche per me :) Mi ispirano davvero un sacco i tuoi muffins rustici e fruttosi. Bacioni, buona settimana

  2. Sono elettrizzata dall'idea di provarli.. Sono sempre alla ricerca di qualcosa x sostituire qualcos'altro, grazie x aver condiviso quest'esperimento ottimamente riuscito ! Baci

  3. Ciao Mari, i semi di lino non li ho mai provati e non conoscevo questa proprietà legante. Ma esistono anche le dosi? Es: un uovo di media grandezza con quanti semi di lino/cucchiai di acqua lo sostituisci? E se devo usare solo il tuorlo? I tuoi muffin sembrano deliziosi e io adoro la cucina vegan! :-) Un abbraccio e grazie per le risposte.

    1. Ciao Robi, la ricetta parlava di cucchiai, purtroppo non specifica le dosi però direi che potrebbero corrispondere a 2 uova piccole… per il tuorlo non saprei… dovrei documentarmi ;)
      un abbraccio e se scopro qualcosa di più ti scrivo subito!

  4. Non sei l'unica che non lo sapeva….ma io mi scrivo il tutto, ho un'amica Vegan che ne andrà matta, ma sinceramente, anche io mi ci tufferei su questi muffin al volo!

  5. Ma dai!!! ma devo assolutamente sperimentare, c'è una bustina di semi di lino che mi aspetta a casa! :)
    grazie per questa scoperta intetessantissima!

  6. Io pensavo di aver scoperto l'acqua calda e invece eravamo in tante a non sapere di questa possibilità… Sono felice di averla condivisa con voi :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.