La mia Spagna

SALAMANCA

E quindi eccomi qua, tornata ormai da un bel po’ dal viaggio in Spagna equamente suddiviso fra tour della Castiglia y Leon e Madrid ma assolutamente svogliata in cucina. A tal punto che ammetto di non aver cucinato niente di nuovo, niente di così interessante, niente di niente per tutto il mese di Agosto…

E così è passato questo mese, ho continuato a sentirmi con alcune di voi su fb e su twitter (da poco ci sono anch’io!) e ho condiviso le foto delle nostre ferie… Le mostro anche qui e vi svelo un segreto: per me in vacanza niente reflex, solo compatta anche un po’ vecchiotta… La voglia di fotografare da queste parti aveva voglia di comodità ;) Non racconterò tappa per tappa, ma vorrei indicare le 10 cose/luoghi del cuore di questa vacanza in Spagna, in rigoroso ordine sparso:

gocciolatoi

1 La città di Salamanca.Molti la conoscono, io non l’avevo mai sentita nominare. Ne sono rimasta assolutamente affascinata, soprattutto al tramonto quando i muri degli edifici si tingevano di rosso;

2 Museo di Art Nouveau y art Decodi Salamanca. Una chicca a malapena segnalato sulla guida questo è un posto incantato dove perdersi, c’è anche una piccola caffetteria arredata a tema! Unico neo: niente foto. Vietatissimo, quella vetrata che vedete l’ho rubata con lo smartphone…

3 La città di Zamora. Sarà che ci siamo arrivati il 15 di agosto in piena festa dell’Assunta con tutte le persone coinvolte nelle celebrazioni liturgiche, sarà che era fresco e ce la siamo girata tutta con calma, godendo di ogni raggio di sole. Sarà che abbiamo visto la nostra prima cicogna, anzi lei ha visto noi chiamandoci con un battito del becco, sarà che dal castillosi godeva di una vista incredibilmente ampia, sarà…

5 Il Museo National Centro de arte Reina Sofia a Madrid. Ci siamo entrati convinti di fermarci solamente davanti a Guernica di Picasso ne siamo usciti un paio di ore dopo. Un documentario sulla Guerra Civile spagnola, una serie di opere d’arte di questo periodo, un luogo espositivo perfetto ci hanno scombinato i programmi ma non potevamo farne a meno. Salamanca-Zamora

4 Le Madonne vestitecon tessuti preziosi. Non le avevo mai viste di persona e ammetto che hanno un loro fascino. Broccati, velluti, sete ricamate veri e propri abiti regali. A questo proposito mi ha colpito tantissimo la devozione profonda che ho visto nella popolazione spagnola, di un’intensità che merita rispetto.

6 Il gazpacho. Dei ristoranti racconterò in un altro post ma questa zuppa fredda, insieme al suo parente stretto il salmorejo, mi ha lasciata senza parole. Rinfrescante, saporita, leggera insomma perfetta nella rovente Madrid dove abbiamo toccato sempre i 39/40 gradi. Talmente buono da intimorirmi solo all’idea di rifarlo… eppure sembra così facile!

Corrida ninos

7 La corrida dei bambini a La Alberca. Ci siamo fermati in questo piccolo borgo in mezzo al parco naturale “Sierra de la pena de Francia” mentre andavamo a Ciudad Rodrigo. E abbiamo assistito ad una festa in onore dei piccoli che vedeva coinvolti anche gli adulti e tutta la popolazione del paese: la corrida de los ninos. Le risate e le grida si sono sparse in tutta la piccola plaza Mayor del paese. Irresistibile e coinvolgente!

8 Museo Thyssen-Bornemisza a Madrid. Un museo che ti seduce dalla prima sala all’ultima. Più di 1000 opere che muovono l’animo anche del visitatore distratto. Non posso e non voglio fare l’elenco dei capolavori che sono presenti all’interno ma vi assicuro che non si può uscire scontenti. Per quanto mi riguarda Antonello da Messina mi ha come sempre rubato il cuore.

9 Il mercato San Anton a Madrid. Mi ha colpito per la ricchezza delle proposte e, diciamolo, i prezzi meno alti del mercato San Miguel (che merita comunque un salto). Diviso su tre piani è concepito in maniera razionale: al piano terra un mercato vero con banconi e bancarelle di prodotti al dettaglio, al primo piano bar a tapas monotematici che utilizzano i prodotti del piano di sotto ad esempio baccalà, oca, molluschi…. Al secondo piano un ristorante vero e proprio con terrazza per fare l’aperitivo che la sera è molto frequentato e sicuramente divertente!

Toledo-chiostro

Toledo_chiostro

10 Il Monastero di San Juan de los Reyes a Toledo. A questo monastero siamo arrivati quasi per sbaglio, pur essendo segnalato sulle guide. Cercavamo un luogo fresco nel quale trascorrere un’ora prima di riprendere il treno per Madrid. Un luogo di pace, pochissimi turisti, il fresco del giardino interno, i giochi di luce dell’architettura ce l’hanno fatto amare… Da consigliare assolutamente per meditare e rilassarsi anche se fuori ci sono 44°!!!

Vi garantisco che questa selezione mi è costata tanto, avrei potuto stilare una lunga lista ma così tutto sarebbe stato più sterile. Diciamo che se capitate da quelle parti secondo me non potete perdervi queste cose… ma è solo la mia modestissima opinione!

Ci rileggiamo la prossima settimana con la parte gastronomica ;)

You May Also Like

Osteria Povero Diavolo – Poggio Torriana (Rn)

Una cartolina dalla Grecia

I biscotti di Ciolini, da Prato con dolcezza

Pret a manger – dove si mangia a Parigi

38 thoughts on “La mia Spagna”

  1. Spagna: mi hai fatto venire la voglia di andarci! A parte che, a dire la verità, ogni volta che leggo di un posto nuovo ci volerei, letteralmente. Sono un pò così… viaggierina inside! :) attendo la parte gastronomica, bacino, sere

  2. Ciao Marina che bello rileggerti!!!!! Grazie per queste 10 indicazioni che ci ha regalato, ne farò tesoro, stò facendo delle cartelle con i link delle amice blogger sui consigli di viaggio! Un bacione

    1. Come si vede quando la classe non è acqua, hai addirittura della cartelle per i consigli di viaggio! Ti adoro Ely, quando avrò bisogno mi rivolgerò a te :)
      un grande bacio

  3. Rieccoti, che bello!!
    molto interessante questo tuo racconto, i posti che citi non li ho mai visitati… ma cosa mi dici del cibo ti ha conquistato?

    Non vedo l'ora di leggere la seconda parte! :)
    Un bacio!

  4. Bellissimo viaggio, anni fa ho visitato Madrid le asturie la galizia, mi sono fermata anche a Salamanca..e mi sono innamorata di quei luoghi!! Mi hai fatto venir voglia di ripartire e vedere tutti i posti da te menzionati che non ho visto :(!!

    P.s io ho provato a rifare il salmorejo e il risultato è stato positivo!

  5. Ciao,
    bellissime le tue foto. Sono tornata da Madrid proprio la scorsa settimana e me ne sono letteralmente innamorata. I musei, poi, belli e affascinanti, ognuno a modo proprio. Una città che davvero non dorme mai. Il mercato di San Anton mi è sfuggito :( Dovrò rimediare in una prossima visita :)

    A presto

    Paola

  6. Adoro Antonello da Messina!!!! trovo che sia bellissimo…davanti ai suoi quadri si rimane incantati. Non ho ancora visto Madrid ma le tue foto certo mi hanno fatto venire una gran voglia di tornare in vacanza :)

  7. aspettavo questo post!! come te anche io in vacanza niente reflex ma una compatta (di ultima generazione) regalatami da Max! con il caldo non sopporto il peso della reflex. e poi mi iscrivo subito al club delle viaggierine inside come dice Serena. Madrid ci devo ancora andare ..intanto questo tuo post me lo salvo . grazie cara. un abbraccio

  8. Muoio dalla voglia di tornare in Spagna, specialmente in Andalucia, ma hai fatto davvero un bel giro! Bellissimo il museo Reina Sofia, che vale il viaggio a Madrid solo per riempirsi gli occhi con la Guernica (stretta stretta in quella stanzetta sacrificata), ma che riserva qualche fenomenale sorpresa.. e bello anche il Thyssen, in cui mi sono ubriacata di espressionismo. Per vedere un fenomenale Antonello ti toccherà venire anche a Torino, però! Spero tu abbia avuto anche occasione di vedere il Prado (ripenso ancora oggi alla sala con le Pinturas negras di Goya con i brividi) .. basta parentesi musei ;)

    1. Ciao Giulia! ho visto anche il Prado e naturalmente Goya ma come spesso accade sapendo e conoscendo la fama di questo spazio espositivo arrivi già con aspettative e sapendo ciò che incontrerai… e naturalmente Antonella a Torino non me lo perderò ;) W le parentesi museo!!!

  9. Wow tutte e due con dei racconti di viaggio….amo la spagna ma sono solo stato a madrid e mai per vacanza purtroppo -.-…bel post da tener conto e brava che con una compatta hai fatto queste belle foto io con la mia vecchietta sarebbe stato impossibile…le fa bianche bah XD
    a presto ;)

  10. questo post è meraviglioso. In questi giorni ho una voglia enorme di viaggiare, e la Spagna la conosco pochissimo. Sono stata solo a Barcellona e solo per pochissimi giorni, tutto il resto mi è ancora sconosciuto. eppure partirei adesso, a vedere le tue foto! un abbraccio

  11. Mari! della Spagna ho visto molto meno di quello che racconti tu in un solo post, però mi sono ripromessa di tornare, presto, anche perchè alcune mie amiche abitano a Granada e come potrei non approfittare???
    vedere le tue foto e leggere i tuoi racconti mi fa sentire ancora in vacanza, ancora in viaggio. solo senza mal di piedi e mal di schiena :O))))
    bentornata…
    bacio

  12. La Spagna resta uno dei miei luoghi del cuore. La conosco bene e ci torno sembre con una gioia mista all'entusisamo bambinesco di chi sa che sta tornando a casa. Sono davvero felice che ti sia piaciuta, a parte il gran caldo, ma e' normale. Io ripartirei anche adesso. Le foto sono splendide come sempre. Noi ci vediamo presto verdad? Bacione grandissimo, Pat

  13. E' qualche giorno che guarda nelal ma blogroll il titolo di questo post e non vedevo l'ora di leggerlo, ma poi avevo sempre qualcosa da fare e i giorni sono passati..Finalmente ho trovato il tempo! Grazie per i consigli e pe ril post! Devo assolutamente tornare in Spagna. A Madrid abita una mia cara amica e quindi pagherei solo il viaggio con ryanair!

  14. Ti faccio le mie congratulazioni per il nuovo look. Questo post è bellissimo, sia che parli di cucina o che parli di viaggi, sai sempre trarne il meglio.
    Anche mio figlio quest’anno= Spagna e gazpacho (uno dei suoi piatti preferiti)
    Un bacio.

  15. Mi hai fatto sognare Marina, mi emoziono quando si parla di Madrid. Mi mancano Salamanca, Toledo e prenderò nota degli altri luoghi che avete incontrato strada facendo. La scuola di flamenco storica di Madrid è al piano superiore del mercato Antòn Martin…ma sai cosa ha significato per me unire le mie due passioni? Era un sogno. Attendo i racconti gastronomici.
    Baci

    1. Sabi, quando riuscirai a tornare in Spagna non perderti Salamanca, ti innamorerai di ogni piccolo angolo… Garantito! Ma davvero la scuola di flamenco era sulla terrazza?! Mamma che bello!!! Posso solamente immaginare la tua gioia :D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.