Insalata tiepida di radicchio, cicerchia e Lou Bergier

Radicchio_salade

Buongiorno e buon inizio anno! Sono stata lontana dal blog per un sacco di tempo che quasi ho difficoltà a scrivere. Sono decisamente arrugginita. Potrei dirvi che ho avuto mille mila cose da fare, di cui alcune molte segrete anzi segretisssime ma in realtà, e molto più semplicemente, mi sono dedicata anima e corpo alle persone fisiche. Cucinando sempre, ma solo per loro, senza piombare sui piatti o nelle scatole regalo con la reflex come una pazza in preda a convulsioni ma deliziandomi dei loro sguardi e della loro vicinanza. Confesso di aver passato anche un Natale diverso, senza alcun addobbo in casa, nessun cd che propagava musiche natalizie e cose del genere e anche in questo caso senza un motivo preciso, mi andava di “non fare” e non ho fatto. Che gioia la libertà!

Resta il fatto che in questo mesetto che ho trascorso da latitante ho accumulato un po’ di debiti… Ad esempio non ho raccontato del viaggio a Parigi, ma vi assicuro a breve un paio di post da vera fanatica.

Non ho detto che Babbo Natale mi ha portato un nuovo obbiettivo con cui divertirmi e con il quale abbiamo appena cominciato a conoscerci.

Non ho ancora parlato del regalo gourmet che Le fattorie Fiandino mi hanno fatto trovare fuori dalla porta praticamente alla vigilia del Natale… Ma ogni cosa a suo tempo. Anzi iniziamo proprio dall’ultimo punto.

FiandinoDono

I primi di dicembre scoprivo con piacere di aver vinto il contest Fiandino con questa ricetta. Il premio era un fine settimana in compagnia delle altre 4 vincitrici e delle food blogger che avevano ospitato il contest e selezionato le ricette. Un week end bellissimo, durante il quale avrei visitato l’azienda e il nuovo spaccio Fiandino “Lou Negozi n.1”.  Sfiga vuole (lasciatemelo dire!)  che di due cose che desideravo fare una sola mi era concessa. Lo stesso fine settimana in cui era prevista la gita a Saluzzo avevo già prenotato il viaggio a Paris. Ma il grande Lelio Bottero (che ringrazio ancora mille mila volte!) mi ha comunque fatto arrivare un super premio: uno scatolone pieno zeppo di prodotti caseari e non solo (vd sopra). Fra i formaggi ho avuto il piacere di trovare una crema per le mani ottima e un premio speciale che le altre blogger hanno ritirato sul posto, una piccola spatola spalma-burro con sopra inciso il mio nome. E quale poteva essere il miglior modo per rendere omaggio a Fiandino se non condividere con le amiche questo prezioso bottino?! E quindi la domenica sera prima di Natale, invitata a casa di una di loro per la consueta tombola dei regali scrausi* abbiamo cenato con Lou Blau, Ottavio e toma del Frà. Inutile dire che è stato tutto apprezzato a tal punto che un paio di avanzi sono stati incartati e portati a casa… una soddisfazione!

Naturalmente i doni non sono ancora finiti, tra i formaggi che ho ancor in dispensa ci sono lo stagionato 20 mesi, il Gran Kinara e il Lou Bergier oltre al burro che custodisco religiosamente. E proprio con il Lou Bergier ho preparato questa insalata leggera e perfetta per il periodo detox che sicuramente molti si sono ripromessi di seguire dopo le abbuffate. E’ un’insalata completa: radicchio tardivo amaro che depura il fegato, legumi che apportano proteine nobili e carboidrati e formaggio morbido, ossia proteine di origine animale che completano il tutto. Un cucchiaio d’olio, sale e pepe e quest’insalata si porta anche in ufficio. Sotto scrivo il procedimento ma più che una ricetta questo è un suggerimento su come abbinare degli ingredienti di buona qualità :)

Ma quanto chiacchiero oggi? Buon inizio settimana a tutti!

Radicchio salade

Insalata tiepida di radicchio trevigiano, cicerchia e Lou Bergier (per 2 persone)

  • 2 piccoli radicchi tardivi tipo trevigiano
  • 150 g di cicerchia già lessata
  • 100 g di Lou Bergier ( o toma a latte crudo)
  • olio evo q.b.
  • sale e pepe q.b.

Dopo un ammollo di 12/14 ore della cicerchia cuocerla in acqua leggermente salata fino a quando non risulterà morbida, indicativamente 40 minuti. Tagliare il radicchio a pezzetti, unire il formaggio tagliato a cubetti e infine la cicerchia. Condire con olio evo, sale e abbondante pepe se piace. Il calore della cicerchia ammorbidirà il formaggio regalando una consistenza particolarmente gustosa all’insieme.

*scausi: quei regali che ci sono arrivati in dono ma che non abbiamo apprezzato fino in fondo… ahahahaha!

You May Also Like

Verdure arrosto al miele

Insalata di farro

Insalata di farro al pesto rosso e ceci

Insalata di fagiolini e patate

crema di cannellini e carciofi

Crema di cannellini e carciofi

20 thoughts on “Insalata tiepida di radicchio, cicerchia e Lou Bergier”

  1. Sono piegata in due: la tombola dei regali scrausi mi mancava ma è l’idea più bella che ho letto da giorni! Te la rubo. Me la devo ricordare per il prossimo anno. Una roba fantastica!
    E poi anche io ho fatto come te. Ho chiuso i battenti il 24 dicembre e mi sono riposata (per modo di dire) riaprendo i battenti con i pici, ma questo lo sai.
    Adesso ho voglia di fare le cose con calma. Sono un po’ svuotata e mi ci vogliono nuovi stimoli. Però di cucinare ho sempre più voglia. La malattia non passa. Meno male che ci sono insalate come queste che confortano e fanno venire desiderio di dieta.
    Ti abbraccio forte cara Marina…aspetto il tuo reportage sulla ville lumiere…mon amour!
    Baci grandi,
    Pat

  2. La tombola scausa è la garanzia di una serata leggera e spensierata, me ne sono regalata diverse di serate così nei giorni scorsi perché ne avevo un bisogno estremo. Non fartela mancare assolutamente l’anno prossimo e mi raccomando impacchetta bene i regali, più il pacco è scenografico più è una ciofeca quello che c’è dentro e giù a ridere ;D
    Per il resto siamo sulla stessa lunghezza d’onda Pat, stessa frequenza, stessi propositi amica mia. Baci enormi!

  3. Mari bentornata e Buon Anno:) hai fatto bene a prenderti un pò di vacanza per dedicarti alle “persone fisiche” mi piace questo modo di raccontare la dedizione per i nostri cari… anch’io come te mi sono concessa un pò di assenza e ho addirittura scattato con l’iphone durante le tavolate… easy, free & family mode come mi piace definirlo! Ebbene ogni tanto ci sta…:) però vedo che sei tornata in gran forma! l’insalata è una meraviglia e i primi ricevuti golosissimi:) aspettando il racconto parigino ti abbraccio;) buona settimana!

  4. Ciao Marina,hai fatto benissimo a non fare… :)) penso che serva per rigenerarsi.
    Apprezzo moltissimo la tua insalata,ottima consolazione per saziare i miei sensi di colpa per i kg. di troppo ;))
    buon inizio di anno
    ti abbraccio.

  5. ciao “chiacchierona”. Pensare che io aspettavo il tuo reportage su Paris… vabbé, aspetterò; nel frattempo mi sono comunque “goduta” questo tuo post in cui, parzialmente, mi sono riconosciuta.
    Anche il mio natale, quest’anno, è passato un po’ in sordina ed in “leggerezza”. Una vera soddisfazione. Amici sì, ma senza “ansie da prestazione”. E nessun addobbo.
    Ecco, al contrario di te non ho ricevuto alcun scatolone magico pieno di prodotti :( ma, beh, non potevo pretendere!
    La tua insalata in realtà si rivela, alla lettura, come un vero e proprio piatto completo; una bontà da copiare.
    Ti aspettiamo su Box ;)) …un abbraccio ed auguri per un bellissimo anno.
    Ciao

  6. ciao Marina, bentornata e buon anno, hai fatto benissimo a fare quello che ti andava di fare
    amo il formaggio e queso genere di piattini li adoro
    un bacione

  7. Eh si oggi sei veramente chiacchierona….ma ho letto tutto e sai che a Natale il leitmotiv è stato lontano dal blog ma vicino alle persone anche per me. Dobbiamo seguire il nostro bisogno interiore senza condizionamenti convenzionali. Anche io ho accumulato arretrati ma tu con tutto questo ben di dio di formaggi ne hai di ricette da fare!!! Ti auguro un anno come tu lo vuoi e che trovi quello che stai cercando. Un abbraccio grande Claudia

  8. E io direi che hai fatto bene! Cucinare con il cuore e con amore è anche questo! Io per esempio a parte i miei doloretti che mi hanno tenuta lontana dal blog non ho manco una ricetta pronta… E quindi non posso postare :-)
    Che bella questa insalata, dalla foto è essenziale, pura e semplice! Un bacione

  9. A te che ti regalano i formaggi è come un bambino che gli regalano un viaggio a Eurodisney! ;-)
    Ciao Mari, buon anno e ben trovata.
    Io vado sul fotografico: che obiettivo ti ha portato il simpatico vecchietto vestito di rosso? :-)
    bacioniii

    1. Ahahaha! E’ vero Robi, credo di essere stata un topolino in una vita precedente :)
      Sotto l’albero che non c’era ho trovato un 50 mm, 1.8… Che dici? Ci sarà da divertirsi! Baci a te

  10. ma ben tornata e buon anno! i tuoi post sono sempre un caldo benvenuto e anche se non amo le insalate, tu mi conquisti sempre con l’aggiunta di quel quid pluris, nn solo di ingredienti (cicerchia.. what is it? ;) ma anche immagini e presentazione (abbinamento di colori cosi semplice e armonioso).
    Un abbraccio affettuoso mia Cara!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.