Castagnole con la crema

 

Castagnole con crema

In questo blog mancano ricette a tema carnevalesco.  Ecco quindi che rimedio a questa smaccata assenza con la ricetta delle castagnole preparate ieri  e che oggi porto in ufficio.  Faremo “scambi cultural-gastronomici” intrecciando i fritti dell’Italia centrale*… Il nostro fegato ringrazierà!

La ricetta è quella di mia madre. Si tratta dell’impasto per i bignè, tale e quale, si frigge invece di cuocerlo in forno per poi riempire le castagnole così ottenute con la  crema pasticcera.

Il trucchetto per farle tutti uguali e friggerle in poco tempo è quello di tagliare dei pezzi di carta da forno un po’ più piccoli della padella nella quale si friggerà e su ogni pezzo create 8/10 castagnole della dimensione che desiderate. Quando l’olio sarà a temperatura, capovolgete il foglio dentro la padella e dopo poco le castagnole si staccheranno… se così non fosse muovete un po’ il foglio nell’olio. Ecco fatto, in poco tempo tante belle sferette da riempire con la crema alla vaniglia o al cioccolato, a voi la scelta… Io sono una classicona, per me sono crema in questo caso. Domani è l’ultimo giorno di carnevale, siete ancora in tempo per mettervi all’opera!

Infine un’ultima cosa: la dolce Elisa mi ha intervistato per la sua rubrica “Food photography for dummies”, ho accettato con piacere di rispondere alla sue domande se volete leggerci siamo qui :)

*se volete assistere all’abbuffata seguitemi su Instagram, credo proprio che immortalerò la festa del fritto che faremo sulle scrivanie dell’ufficio…

Castagnole crema

 

Castagnole con la crema

  • 125 ml di latte
  • 125 ml di acqua
  • 100 gr di burro
  • ½ cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 150 gr di farina
  • 4 uova
  • Olio extra vergine di oliva per friggere

Per la crema pasticcera:

  • 3 tuorli
  • 370 g di latte
  • 80 g di zucchero
  • 35 g di farina
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia

Mettere latte, acqua burro, sale e zucchero sul fuoco. Portare a ebollizione e togliere dal fuoco. Versare la farina a pioggia e mescolare fino ad ottenere un composto liscio. Rimettere la pentola su fuoco medio e mescolare per 1 minuto. Trasferire tutto in una ciotola, lasciare intiepidire e aggiungere un uovo alla volta mescolando. Alla fine si deve ottenere un impasto liscio.
A questo punto la pasta è pronta per essere usata. Metterla in una tasca da pasticcere con bocchetta da un cm e formare dei piccoli mucchietti su  un foglio di carta da forno grande come la padella che si userà per friggere. Accendere l’olio per la frittura e quando ha raggiunto la temperatura prendere il foglio e capovolgerlo sull’olio dopo pochi secondi togliere il foglio, in questo modo le castagnole saranno regolari.

Preparare la crema montando i tuorli con lo zucchero. Portare a bollore il latte. Aggiungere la farina setacciata al composto di zucchero e uova e subito dopo il latte caldo. Rimettere sul fuoco e mescolare con una frusta fino a quando non si addenserà. Togliere dal fuoco e far raffreddare.

Una volta cotte riempire le castagnole con crema pasticcera usando una tasca da pasticceria e poi passarle nello zucchero semolato.

You May Also Like

Muffin yogurt e frutti rossi

Muffin yogurt e composta di frutti rossi

Biscotti con frolla alle mandorle

Torta con farina d’avena e cioccolato

orta Ladina di grano saraceno

Torta ladina di grano saraceno

17 thoughts on “Castagnole con la crema”

  1. Che spettacolo di castagnole…. con la crema.. me le sto sognando!! Complimenti stella. Una felice settimana e te ne rubo subito qualcuna!! <3 :)

  2. Ti giuro che volevo farle ieri. In realtà quelli che conosco io sono le bignole, o tortelli alla milanese che sono fatti con pasta choux e fritti….poi farciti alla grande con crema meravigliosa. Però ho avuto un moto di pigrizia e la consapevolezza che essendo solo in 2 a casa, mi sarei fatta del male…ed in questi giorni Dio solo sa quanto me ne sto facendo.
    Però adesso, ovviamente, sono pentita!
    Bacione bella ragassa!

  3. Praticamente sono come i tortelli che ho pubblicato oggi, con ricetta similissima al bignè….e fritti! :-)
    A Milano però li chiamano tortelli!
    Pensa che ho fatto lo stesso ragionamento anche io, sul blog fino a oggi non avevo alcuna ricetta di carnevale!
    Foto bellissime! :*

  4. Mamma mia che buoneee e che fotografie invoglianti! E’ il dolce fritto che preferisco insieme alle zeppole di San Giuseppe… ovviamente per via della crema. Bello il trucchetto della carta da forno… una tecnica molto furba!

  5. Oh mamma Mary!! non ero passata di qua e se non me lo dicevi non mi ero accorta che avevamo pubblicato entrambe le castagnole all crema..Pure Tery di Peperoni e patate le ha pubblicate con il nome di Tortelli, come li chiamano a Milano! Bellisisme le tue….Ma neanche per te con lo zucchero fuori sono troppo dolci? Ma com’è sta cosa…Sono l’unica che dovo averle passate nello zucchero, coem una scema le ha spolverate per bene con un pennellino asciutto er toglierlo…:) Comuqnue sono di un buono!!! Un baciotto

  6. Il tuo è uno dei primi blog che ho scoperto e inserito nel mio blog roll e da allora il mio amore per ciò che fai si rinnova ad ogni post. Sei fantastica.
    Baci.

  7. La festa del fritto?!?! che genialata!
    non ne possiamo proprio fare a meno questa settimana :-)
    seguo i festeggiamenti su instagram, sono curiosa di vedere tutto quello che condividerete.

  8. Ma che simpatica idea quella di provare i vari fritti in ufficio!!!!! La proporrò anche io :-))))) E mi rubo due castagnole giusto perchè oggi da noi è martedì grasso!!!! Baciiii

  9. Che buone, sono proprio come quelle che faceva la mia mamma!
    Anche se sto seguendo una dieta disintossicante domani faccio uno strappo (strappone) alla regola e friggo tutto il pomeriggio, perchè ho proprio voglia di mangiarmene almeno una, sperando che i miei figli si finiscano le altre…
    Ah, complimenti per il tuo blog: è proprio carino e soprattutto W la France!!

  10. L’idea del foglio di carta forno da ribaltare è geniale :) per carnevale ho resistito alla tentazione del fritto ma mai dire mai visto che vado sempre fuori stagione!!! Un bacione, buona serata

  11. A me invece è rimasta una gran voglia di semolini dolci fritti (un grande classico qui in Piemonte, soprattutto per via del fritto misto), che ho provato a fare con la ricetta di Sale e Pepe e che non sono venuti (delusione: hanno sbagliato le dosi :S).
    Mi dovrò basare sulla tradizione, che non sbaglia mai!
    Bellissime le tue castagnole! :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.