Biscotti mela e avena

biscotti mela e avena vegani

I miei dolci preferiti sono di due tipi: quelli tutto cioccolato (che più ce ne meglio è) e quelli umidi che contengono la frutta.

D’inverno le mele non mancano nel cesto della frutta, anche se non sono quelle di babbo, e sono di tutti i tipi: da quelle piccine degli alberi del vicino a quelle che arrivano dalla Val di Non, da quelle rosse e granulose a quelle verdi e aspre. Ognuna ha la sua specificità e per ogni tipologia trovo la giusta ricetta per farla finire nel dolcetto della colazione domenicale. In fin dei conti la prima torta che è uscita da casa mia, per finire sul tavolo della cucina dell’albergo nel quale lavoravo come cameriera, era proprio una torta di mele, di quelle in stile americano… ricordo ancora di averne fatte 3 durante quell’estate perché era piaciuta a tutti :)

Per questi biscotti con mela e avena mi sono ispirata a Lei, stravolgendo un po’ la sua ricetta: senza grattugiare la mela ma lasciandola a pezzettoni, non trasformando i fiocchi di avena completamente in farina ma lasciando qualche pezzetto, aggiungendo lo zucchero di canna perché sono pur sempre biscotti… e usando l’olio extra vergine d’oliva al posto del burro di cocco (?). Ma non fermiamoci a questo elenco: provateli, lasciandovi convincere dalle foto perché, se come penso vi piacciono le cose rustiche e genuine, beh questi sono giusti per voi. (il piatto è un amore lo so e come sempre viene da Ramina Lab)

Biscotti mela e avena

Biscotti mela e avena (vegan)

  • 200 g di fiocchi d’avena
  • 130 g farina di farro
  • 3 cucchiaini di amido di mais
  • 50 g di zucchero di canna chiaro
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 70 g olio extra vergine d’oliva
  • 150 g di yogurt di soia bianco
  • 1 mela Granny Smith grande bio

Con un mixer tritare i fiocchi d’avena fino a renderli farinosi.  Lavare la mela e tagliarla a dadini compresa la buccia. Mescolare insieme gli ingredienti secchi in una ciotola capiente: farine, zucchero, fiocchi tritati, lievito, bicarbonato e amido di mais. Aggiungere l’olio e mescolare con un cucchiaio di legno. Aggiungere lo yogurt di soia, la mela e continuare a mescolare, a questo punto rovesciare l’impasto su una tagliere e raccogliere il tutto per formare una palla (se l’impasto è troppo secco aggiungere ancora un po’ di yogurt).

Infarinare il piano di lavoro e tirare l’impasto, lo spessore dovrebbe essere di circa 1 cm. Usare un coppa pasta da 6 cm di diametro, si ricaveranno 15/16 biscotti. Posizionare i biscotti su una teglia rivestita di carta da forno, spolverarli con dello zucchero di canna chiaro e infornare a 180° per 15/20 minuti. Sono ottimi appena sfornarti.

You May Also Like

Gingerbread man, il Natale è vicino!

Biscotti pistacchio e uvetta

Biscotti cocco, anacardi e chai

Biscotti da colazione al basilico

27 thoughts on “Biscotti mela e avena”

  1. favolosi davvero, questi li provo e dovrei pure averci gli ingredienti, anche se il tormentone è BastaBiscotti io li provo, magari non li posto ;-)

  2. Marina, sono bellissimi questi biscotti. La naturale evoluzione di quella torta buonissima che è tanto piaciuta.
    E concordo con te sul cioccolatoso o frutta :-D
    Del burro di cocco (?) non se ne sentirà la mancanza, è sicuro.

    Fabio

  3. Questi biscotti devono essere deliziosi e poi sono anche allegri e il piattino è una vera chicca, vado subito a vedere il sito, grazie.
    Buona serata
    Enrica

  4. Quando vedo le mele verdi ripenso sempre ai miei adolescenziali viaggi-studio in Inghilterra, nel cestino del pranzo e delle gite c’erano tutti i giorni, non mancavano mai, ne ho mangiate tantissime… :-) Recentemente le ho usate per una vellutata (i miei soliti esperimenti, ehehe) ma come resistere al fascino dei biscotti con i cereali che si sgranocchiano in ogni momento della giornata?! Non si resiste infatti… :-)

  5. Marina, due domande stupide. Pensi possano venir bene lo stesso facendo un rotolo e poi tagliandolo a fette?
    Si conservano qualche giorno in una scatola di latta o pensi che le mele possano inumidirli?

    1. Eccomi Lydia :)
      Per il rotolo ti dico subito che secondo me si può fare devi solo far riposare in frigo l’impasto, altrimenti è troppo morbido per tagliarlo a fette. La conservazione è ‘gnorante perché già il giorno dopo i biscotti risultano morbidi e perdono la parte croccante… però erano buoni lo stesso. Fai sapere se decidi di provarli. Un abbraccio

  6. wow Marina, bella questa ricetta!!! a me le cose rustiche piacciono molto quindi anche i tuoi biscotti direi!! poi si presentano benissimo!!! bello il piattino, mi segno il posto magari un giorno ci passo!!! ciaooo

  7. ecco, vedi, queste sono le ricette che piacciono a me. quelle di biscotti un po’ rustici, con i pezzettoni di frutti, sani, preparati con farine alternative e croccanti.
    ho l’ animo un po’ ruvido come questi biscotti io, e ben mi si addicono :)
    mi sono solo spaventata ieri nel vederli pubblicati, nonostante il #bastabiscotti.. eheheh…
    bacio!!

  8. Questi te li copio subito subito!

    E hai ragione, il piatto è un amore…ma sai cosa ci vorrebbe?? Un bello shop online. Anche se per me sarebbe probabilmente molto deleterio…

  9. … e questi me li lascio sfuggire? Noooo…
    Da qualche tempo sono su questa lunghezza d’onda: biscotti “magri”, senza burro né uova. Ne ho già diversi in lista (fatti e da fare); eccone uno in più! Bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.