Torta di albumi di Marianna

Torta albumi

Al contrario di Marianna a me rimangono sempre un sacco di albumi che stivo nel congelatore. L’ultima volta per preparare la crema di questa crostata ne sono rimasti quattro. Dopo aver letto la ricetta di questa torta di albumi su Menta e Liquirizia ho fatto una veloce ricerca nello scomparto ghiaccio ed ecco che un sacchettino con sopra scritto “4” è saltato fuori. Un attimo dopo ero con l’agenda in mano a decidere quanto tempo dovevo aspettare prima di dedicarmi alla cucina e scongelare i miei albumi. La voglia di realizzazione questo dolce soffice e veloce da preparare era tanta.

Torta albumi orizzontale

In realtà di ricette per riciclare gli albumi ne avevo già una, declinata in due versioni: una al cioccolato e una alle fragole, più volte preparata nel corso del tempo. Questa si differenzia per la quantità di farina e per la quantità di albumi che permette di ottenere una torta bella alta e soffice.

Ora, se proprio devo dire la mia, è un dolce che si presta benissimo ad essere farcito: una bella crema al cioccolato, una ganache per esempio, sarebbe la morte sua ma se volete stare leggeri questa torta vi darà comunque grosse soddisfazioni anche così, nature. Pochi grassi, e per di più buoni (olio e.v.o.) e una parte di farina di grano integrale la rendono perfetta per la colazione o per una merenda nel pomeriggio insieme all’immancabile tè. Basso indice di senso di colpa e tanta gratificazione, almeno per me ;)

Torta_albumi

Ho optato per una parte di farina integrale per vedere l’effetto che faceva e, come sempre, ho usato l’olio extra vergine d’oliva al posto di quello di girasole. L’olio che ho usato è poco intenso e quindi perfetto per i dolci; anche qui ho riciclato l’olio dell’anno scorso che pur non essendo cattivo ha di sicuro perso le sue qualità organolettiche, oltre ai profumi. Una ricetta di riciclo su più fronti, direi!

Torta di Albumi

120 g di farina di farro
100 g di farina integrale
180 g di zucchero semolato
8 albumi
50 g di olio extravergine d’oliva
1 limone non trattato
2 cucchiai di grappa
1 cucchiaino di lievito per dolci
Sale q.b.

Zucchero a velo per spolverare

Scaldate il forno a 180 °C. Imburrate bene le pareti di una tortiera del diametro di 20 centimetri oppure rivestitela con della carta forno bagnata e strizzata in modo che aderisca bene.
In una ciotola, con le fruste elettriche, montate a neve ben ferma gli albumi versando a pioggia e in tre volte lo zucchero semolato.
Grattugiate la buccia del limone e aggiungetela al composto insieme alla grappa, all’olio e a un pizzico di sale. Setacciate le farine con il lievito e unite poco per volta il tutto agli albumi amalgamando gli ingredienti con una spatola mescolando dall’alto verso il basso.
Versate il composto nella tortiera e infornate per 30/35 minuti, o finché uno stecchino inserito nel centro del dolce ne esce pulito.
Sfornate e fate raffreddare la torta su una gratella prima di spolverare la superficie con dello zucchero a velo. Affettate e servite.

You May Also Like

Torta con farina d’avena e cioccolato

orta Ladina di grano saraceno

Torta ladina di grano saraceno

Madeira Cake al cacao

Torta mandorle e limone senza grassi

22 thoughts on “Torta di albumi di Marianna”

    1. La grappa nei dolci la uso molto raramente, forse solo nelle castagnole di Carnevale, ma trovo sia un tocco imprescindibile in questo dolce… :)

  1. Ciao Marina.
    Ho sempre pensato che nei dolci l’olio evo potesse essere troppo persistente…invece. a questo punto proverò anche io a usarlo. Se lo suggerisci tu,andrà bene di sicuro. :-) un abbraccio

    1. Ciao Chiara, fai una prova perché a me/noi piace tanto!
      Vedi se hai un olio dell’anno scorso o di quest’anno ma poco intenso come profumo e prova a realizzare questo dolce… poi fai sapere!

  2. Era da tanto, troppo che non bussavo alla tua porta ed ora, attratta dal profumo di questa torta, mi ritrovo a sperare di trovare qualche albume di risulta.
    Bella, mi piace e la proverò di certo, per evitare di ritrovarmi sempre a fare angel cake o chiffon.

    1. Ciao Monica, grazie per essere tornata :D
      Non ho mai preparato né angel né chiffon per mancanza di stampo ma questa di sicuro è facile e veloce… basta avere qualche albume avanzato
      A presto cara

  3. Eh ma sai che non avevo mica capito là su fb :-) Vabbé lasciamo perdere che questo è un periodo tutto scombinato per me! Mi piace che hai usato la farina integrale, qua da me ormai ne trovi di tutti i tipi e non ci avevo mica pensato all’integrale! L’ultima foto è bellissima! Un abbraccio Marina cara!

    1. Il fatto che mi approvi la farina integrale mi rende felice, tu per me sei la Regina delle farine lo sai <3
      Un abbraccio grande a te dolce Marianna :)

  4. Io invece casco come sempre dalle nuvole senza sapere neanche che le persone normali congelano gli albumi…adoro le tue torte, eleganti ed essenziali. Mai una cosa di troppo. Un abbraccio…

  5. Ecco, io ne ho almeno 20 di albumi in freezer! E sì che pensavo di averne smaltiti un bel po’ con la Chiffon Cake. Devono riformarsi automaticamente…
    Bella torta, semplice e genuina come piacciono a me. Forse ho trovato una soluzione per gli albumi ;-)
    Un abbraccio.

  6. Primo, non sapevo che, congelandoli, poi si sarebbero montati, gli albumi intendo. bella cosa. L’altro giorno avevo voglia di latte brule e non l’ho fatto perché sarebbero rimasti tutti quegli albumi. Proprio 8. Beh si potrebbe fare anche in contemporanea! Con il caramello deve essere fantastica. Grazie Marina, sempre bello e utile passare da te. Una abbracciatona! Ehi ricordati che mi devi portare da Marè la prossima estate! Baci

  7. Buongiorno Marina.
    È da un po’ che ti seguo, sempre con molta soddisfazione, giacchè le tue ricette da me provate sono sempre risultate un successone.
    Vorrei provare anche questo dolce, ma, avendo congelato gli albumi indicando solo il peso complessivo e non anche il numero, ti vorrei chiedere a quanto corrispondono otto albumi.
    Grazie, Nadia

    1. Ciao Nadia, ho fatto qualche ricerca sul web e diciamo che un albume medio pesa fra i 30 e i 35 grammi, di conseguenza credo che 8 albumi si aggirino fra i 240 e i 280 grammi. Per tagliare la testa al toro considera 260 grammi per 8 albumi e… fammi sapere se ci abbiamo preso ;)
      Grazie a te per la fiducia!

  8. Ciao Marina. Ho provato a farla con 260 gr di albumi, ma il risultato non é stato dei migliori. Il dolce é venuto un pò “gommoso”. Che ne pensi, dove ho sbagliato?
    Grazie, Nadia

    1. Non saprei… di sicuro è un dolce che rimane asciutto ma gommoso no. Se però per gommoso intendi la consistenza che si avvicina al pan di spagna quindi asciutto, come ho detto, ma anche un po’ spugnoso allora sì, è la sua consistenza che magari non piace a tutti… fammi sapere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.