Biancomangiare con composta di susine

Biancomangiare

Ricomincio da qui, dopo un mese dall’ultimo post pubblicato.
Ricomincio da un dolce preparato al volo un sabato mattina di fine luglio, poco prima di raggiungere gli amici al mare.

E’ stata una “bella estate“: intensa come sempre, con il lavoro 1 che in luglio è più impegnativo che mai mentre il lavoro 2 si allunga nell’orario, ma con un po’ di tempo libero a disposizione che sembra sempre un regalo con un grande fiocco rosso. E allora, vvviaaa che si corre al mare, sotto l’ombrellone affollato e ciarliero delle amiche di sempre a “sfondarsi” le orecchie di chiacchiere, a coccolare i loro bimbi bellissimi, a mangiare il gelato e a bersi una birretta. E per quanto sembri tutto di una semplicità (e banalità) disarmante non puoi non pensare, tra te e te, che sei una donna fortunata ad avere tutte queste cose insieme.
E poi intorno a tutto questo i pranzi improvvisati in piscina, le cene all’aperto e nei cortili della cantine o nei locali del cuore circondata da tanto affetto.

Poi è arrivato agosto e con lui l’attesa nevrotica (sì, nevrotica) delle vacanze in Grecia, conto alla rovescia e di nuovo vvviaaa che si parte, direzione Pelopponneso: Nafplio e Ermioni per tuffarci nell’azzurro e nel blu del mare greco che ci ha stregati. E con i bagni in mare arriva anche il relax, quello vero, quello in cui riesci ad addormentarti sotto l’ombrellone o che ti permette di leggere quel libro che non vedevi l’ora di cominciare. E infine la sorpresa: Atene che da più parti mi dicevano brutta, sporca e caotica e che invece ho trovato accogliente, dinamica e perché no, pure romantica.

biancomangiare

Mi porto a casa tanti bei ricordi di questa estate ma anche un piccolo rimorso: non aver fatto assaggiare questo biancomangiare a chi mi aveva confessato di apprezzarlo tanto. Nadia cara, questa sarà una scusa per metterci in contatto appena tornerai da queste parti, il latte di mandorle non manca mai a casa mia e la frutta beh, le susine non ci sono praticamente più ma possiamo usare le prugne, le pere, i fichi o quello che vuoi tu ;-)

Per chi di voi invece passa di qui e desidera prepararlo vi lascio una nota: è un dolce piuttosto dolce (mmmh), soprattutto se userete il latte di mandorle confezionato e non autoprodotto. Ecco che una composta di frutta, che ha naturalmente una punta acida, stempererà la dolcezza e renderà questo veloce dessert al cucchiaio equilibrato.

Ben trovati a tutti, io vi ho riassunto la mia estate e voi come l’avete trascorsa?!

Biancomangiare con composta di susine

Ingredienti per 4 persone:
500 ml di latte di mandorle
50 g di amido di mais
50 g di zucchero di canna chiaro
1 cucchiaio di estratto di vaniglia

Per la composta:
3 susine mature tipo Regina Claudia
1 cucchiaio di zucchero muscovado

Stemperate in una ciotola l’amido di mais con il latte di mandorle. Aggiungete lo zucchero e mettete il tutto su fuoco dolce.Portate a bollore mescolando con una frusta, quando raggiungerà la consistenza di una crema pasticcera allontanate la casseruola dal fuoco.

Versate la crema nello stampo (o in 4 stampi individuali), lasciate raffreddare e poi mettete in frigorifero per 3 ore.

Preparate la composta lavando e sbucciando la frutta. Tagliatela in pezzi piccoli e mettetela in una casseruola non troppo grande. Aggiungete lo zucchero e fatela cuocere su fuoco dolce tenendola d’occhio. Con le susine mature che ho usato sono bastati 5 minuti di cottura per rendere la composta cremosa e mantenere il sapore della frutta. Tenete  da parte fino al momento di utilizzarla in abbinamento al biancomangiare.

You May Also Like

Bonet, il dolce piemontese

Pavlova ai frutti di bosco

Panna cotta al cioccolato fondente

Risolatte alle fragole con latte di avena

8 thoughts on “Biancomangiare con composta di susine”

  1. Su quel “per chi di voi passa da qui”, pensavo proprio da te che gentilmente ci facevi trovare il biancomangiare direttamente pronto :-D
    Mi fa piacere sentire parlare così bene della Grecia, anche di quella continentale.
    L’estate dovrebbe essere proprio come l’hai descritta tu.

    1. …guarda che se vieni qua altro che biancomangiare!!! Ti scarrozzo per i posti tipici che non ci siamo goduti un annetto fa ;)
      La Grecia continentale è davvero bella e ancora poco “bersagliata” dal turismo di massa delle isole, ve la consiglio!
      Un abbraccio grande caro Fabio

  2. Oddiooooo! mari è facilissimaaaaaaaaaaaa!!!io mi aspettavo gli albumi montati a neve e invece sono le dolcissime mandorleeeee!! ma che dici le melette ci stanno? mmmm eh, eh eh??? anche io voglio girar con te, pe i vari distretti produttori… che ancor DEVO ANDARE A PIGLIA’ LA RICOTTA SECCA.. DEL BUON PASTORE… PORCA LA PEPPA!
    sai che mio fratello è stato in Albania e si è trovato BENISSIMOOOO! tra l’altro gisuto giusto la settimana del terremoto da noi.. ma lui ha detto gente ospitalissima e gentilissima.. mangiare buonissimo… e mmare wow! ci ritornerà siocuramente!!!! dai mari io e te cosi vicine vicine non possiamo non beccarci mai… cavolo l’azienda agriolca “le Rosine” il sabato mattina fa il mercatino in via Montemaggio 5 .. con tutte le loro cosucciole..potremmo vederci li e far spesa assieme come le ciocie … ahahaaa!che dici?
    cuore romagnolo!

    1. Eccomi Manu! Certo che le mele ci stanno bene, meglio quelle verdi che sono un po’ asprine oppure le renette :)
      Le Rosine è un’azienda che conosco molto bene e sarebbe bellissimo organizzarci per una scampagnata in azienda, ti scrivo in privato così proviamo a organizzarci, ok?
      Un bacio grande

  3. Allora…cara la mia Marina…
    intanto bentornata. E poi ancora una volta devo confermarti una certa telepatia tra di noi. L’altro giorno (sabato scorso per la precisione) facevo zapping e ho beccato “chef per un giorno”. Distrattamente vedevo Patrizio Roversi che preparava un biancomangiare e ho pensato “io non lo ho mai assaggiato!…bisognerà rimediare prima o poi”…E adesso arrivi tu…col biancomangiare. :-)Fantastico.
    Un super abbraccio. A presto.
    Chiara

    1. Grazie Chiara <3
      E' bello ritrovare anche te ad accogliermi fra queste pagine... ed è bello sapere di fornirti la ricetta che tanto ti ispirava :D
      Un super abbraccio a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.