Piccole crostate alla confettura di mela rosa

piccole-crostate-alle-mel

Queste crostatine nascono con uno scopo, preparare una ricetta semplice e replicabile da “regalare” alle amiche e agli amici per Natale. Perché quest’anno i regali sono andata a prenderli nelle Marche, la mia seconda regione, sperando così nel mio piccolo di dare un contributo alle aziende che hanno subìto i danni del terremoto.

Ho subito pensato a quelle attività che avevo conosciuto personalmente, durante le vacanze o nei blog tour che mi avevano portato in giro per la regione. Ed ho ritrovato loro, gli amici delle Spiazzette che hanno sede ad Amandola. Purtroppo avevano subito danni, soprattutto con la seconda scossa di ottobre. Scegliere loro tra i tanti non è stato facile ma conoscevo la storia dell’azienda e conosco la difficoltà nel portare avanti una piccola produzione di nicchia come questa. E sono stata felice di leggere che, grazie alla solidarietà di tanti, hanno terminato diversi prodotti e sono pronti a rimettersi a seguire la natura e le stagioni, più forti di prima.

Ho richiesto subito un piccolo bottino di confetture, un po’ per sperimentare le ricette e un po’ da regalare a Natale. Dopo alcune prove ecco che ho scelto loro, le piccole crostate con frolla di farro e mandorle che con la confettura di mela ci sta perfettamente.
Quindi, amici miei, questa ricetta è per voi.
Una punta di zucchero per voi e i vostri cari, per farvi compagnia durante queste giornate di festa, per sollevarvi il morale e farvi una carezza. Per essere lì durante la colazione di Natale, nella confusione dei bambini che scartano i regali, nella gioia dell’essere circondati dalle persone che amate. Una mela rosa dei Monti Sibillini in un vasetto, appoggiata sui vostri tavoli, a farvi compagnia.

piccole-crostate-alle-mele

Piccole crostate alla confettura di mele rosa

Per la frolla:
230 g di farina di farro
100 g di burro
100 g di zucchero
1 uovo
85 g di farina di mandorle
un pizzico di sale

Per il ripieno:
250 g di confettura di mele rosa dei Monti Sibillini
1 mela rossa bio

(Per 8 crostatine)
Preparare la frolla alle mandorle mettendo nel contenitore dell’impastatrice (si può anche fare a mano, naturalmente) le farine, lo zucchero e il burro leggermente morbido. Lavorare con la frusta a K fino ad ottenere un composto in briciole e a questo punto aggiungere l’uovo. Lavorare il tutto con la macchina per poi rovesciare l’impasto su un piano e create un panetto che farete riposare in frigorifero per un’ora circa.
Riprendete l’impasto e stendetelo ad uno spessore di circa mezzo centimetro. Rivestite gli stampi per le crostatine, rifilando per bene i bordi. Fate una breve cottura in bianco* a 180° C per 10 minuti.
Pulite la mela e, senza sbucciarla, tagliate delle fettine il più possibile sottili.
Sfornate, farcite le crostate con 2 abbondanti cucchiai di confettura di mele rosa e decorate con 4-5 fettine sottili di mele. Infornate nuovamente per 15-20 minuti, sempre a 180° C.
Lasciate raffreddare prima di assaggiarle.

E se volete provare anche altre ricette ecco qui qualche spunto mio e della mia amica Vaniglia:

Torta Edwige;
Torta di rose alla mela rosa dei Monti Sibillini;
Torta di farro e mele con composta di Mela Rosa dei Monti Sibillini e mosto d’uva;
Ciambella Alle Mele Rosa Dei Monti Sibillini.

You May Also Like

Galette pere e rosmarino (dolce di fine estate)

Torta di prugne con streusel alle mandorle

Torta alle prugne con streusel alle mandorle

Muffin yogurt e frutti rossi

Muffin yogurt e composta di frutti rossi

Torta marzapane e pere

5 thoughts on “Piccole crostate alla confettura di mela rosa”

  1. Mari, bentornata e … bentornata dolcezza .. posso dirti grazie, perché hai fatto una cosa bellissima e mi inorgoglisce che un cuore bello come il tuo sia anche un po’ delle mie parti… non potevi scegliere confettura più buona per me (la melaaaaaa! ) e poooooi il mio dolce preferito.. la crostata..perché la frolla …è la frolla! dite quello che vi pare, fate tutte le chiffon-cake, i profitterol, i mascarponi e tutto quello che vi pare..ma la frolla di una crostata poi, neanche di un biscotto,di una crostata è la mia goduria… io che mi impegno un botto a far i bordi e la griglia e poi son la prima che rompe i pezzi… che la taglia a quadrati per avere più “scarti” di frolla burrosa senza marmellata .. e poi la composta di mela è dolce, buona,non stucchevole..sai a me le marmellate in generale mettono un po’ di bruciore, devono asciugarsi bene per non darmi fastidio… quella di mele la amo.. un bel po’… grazie infinite…. per tutto.. tu ci sarai.. eccome se ci sarai a Natale da me.. e mi sa che oltre al miglio farò anche questa.. magari in versione unica…e se la mela non è quella sei sibillini ma è quella selvatica dei miei rambuschi, va ben uguale, no?
    baci baci baci e Auguri….
    Manu-migliomelomagno.

    1. Cara Manu, se non ci fossi tu a lasciare i tuoi commenti fiume che amo tanto qui sarebbe il deserto del sahara. Per fortuna che passi sempre di qui! Grazie tesoro <3
      E comunque esiste qualcosa di più buono di una crostata?! Conosci qualcuno a cui non piaccia?! La crostata unisce sempre.
      Della confettura tu sapevi già per le chiacchierate che abbiamo fatto tempo fa, ricordi?
      E vai tranquilla con la tua mela selvatica... sarà di sicuro buonissima!
      Tanti baci a te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.