Plumcake al limone e sciroppo al basilico

Il plumcake al limone mi sembra la miglior soluzione per una merenda tra signore dopo che i dolcetti a base di cioccolato e susine si sono rivelati un vero flop.

Un plumcake al limone mi salverà! Questo è stato il mio pensiero dopo aver visto collassare dei piccoli muffins che avevo preparato con cura la mattina, sciogliendo il cioccolato, tagliando le susine e farcendo i cestini. Ci tenevo a fare assaggiare alle amiche qualcosa che corrispondesse all’idea che ho di loro: qualcosa di fresco, grintoso al sapore e nell’aspetto ma quei dolcetti erano tutto tranne che buoni. Quindi mi sono rimboccata le maniche e ho preparato il plumcake. Ho pensato ad uno sciroppo che adoro mettere sui dolci semplici come questo, profumato al basilico, il tocco insolito che poteva ricordare la grinta di cui parlavo sopra.

In questa ricetta l’unica difficoltà, se vogliamo definirla così, è la presenza dello sciroppo d’acero al posto dello zucchero bianco ma è anche quel tocco che regala una consistenza fondente al dolce quindi… procuratevelo, ormai si trova in tutti i supermercati. E non eliminate lo sciroppo al basilico che è la vera chicca, anche questo ormai un classico abbinamento con la pesca, da quando Sigrid l’ha sdoganato ormai una decina di anni fa. Anche con il limone sta benissimo, fidatevi!

Altra nota, la parola “plumcake” in inglese significa letteralmente “torta alle prugne” ma in italiano indica il dolce soffice che si realizza negli stampi rettangolari come quello che ho usato. Sempre bene saperle queste cose che si rischia di essere presi in castagna per un nonnulla ;)

Buon we

Plumcake al limone con sciroppo al basilico

125 g di burro morbido
2 uova grandi
170 g di farina di farro bianca
10 g di lievito per dolci
170 g di sciroppo d’acero
2 cucchiai di latte (o di acqua) facoltativo
la buccia di un limone
sale q.b.

Per lo sciroppo
30 g di zucchero
60 g di acqua
6 foglie grandi di basilico

Accendete il forno a 180 °C e rivestite uno stampo da plumcake con la carta forno.

Nella planetaria lavorate il burro con le uova e un paio di cucchiai di farina fino a quando non si formerà una bella crema chiara e spumosa. Aggiungete poco alla volta il resto della farina, il lievito e un pizzico di sale. Incorporate piano piano con una spatola lo sciroppo d’acero e infine la buccia grattugiata del limone. Se vedete che l’impasto è un po’ troppo consistente aggiungete il latte.

Versate l’impasto nello stampo e infornate per 30 minuti circa (controllate sempre con lo stecchino).
Nel frattempo preparate lo sciroppo unendo in un pentolino l’acqua con lo zucchero, portate tutto a bollore e fate cuocere per 5 minuti per poi aggiungere le foglie di basilico appena prima di spegnare la fiamma. Lasciate intiepidire.

Sfornate la torta e lasciatela intiepidire 10 minuti prima di irrorarla con lo sciroppo. Lasciate raffreddare completamente prima di tagliarla.

You May Also Like

Torta con farina d’avena e cioccolato

orta Ladina di grano saraceno

Torta ladina di grano saraceno

Madeira Cake al cacao

Torta mandorle e limone senza grassi

4 thoughts on “Plumcake al limone e sciroppo al basilico”

  1. Buon giorno Mari… da me, nel mio magico laboratorio bolle la confettura di susine, rigorosamente Ferber ..questa mi piace un botto…
    Ehm quel piattino con la tuffatrice ha un non so che di familiare..
    Io mi sono catapultata qui per cercare un dolcettino con le pere(punto le tortine con pere e nocciole da un botto di tempo, ma io e le misurine piccole non andiamo per nulla d’accordo ecco e quindi consolati che non sei la sola alla quale non vengono le robine mini..)
    ma sto plumcake però mi intrippola..cavolo..però faccio la brava bimba e mi do alle perine che sennò mi si maturano troppo e mi scoccia…al contrario di questo cake che invece non scade e non si matura hihi..
    bene..vado a creare i miei barattolini…
    ciao meraviglia…
    Manù

    1. Occhio di lince… quel piatto è di lei, della Giada nazionale ;)
      Conosco le perine di cui parli, tra poco arriveranno anche qui… fai sapere come le smaltisci che prendo spunto anche io!
      Ciao tesoro bello

  2. Questo sì che lo devo provare….adoro i dolci da forno che però trasmettono freschezza, e questo accostamento mi sa che fa proprio al caso mio ;)
    Un abbraccio cara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.