Crostatine dolci e salate alle carote

Quando ho visto il blog di Fausta  ho pensato subito che lei avesse qualcosa di particolare. La sua creatività in cucina unita alla conoscenza delle materie prime, i suoi piatti mai banali e le sue parole sempre attente e “sul pezzo” me l’hanno fatta apprezzare da subito. Con piacere quindi quando mi ha invitato a partecipare al suo gioco ho scelto di esserci. L’idea è originale e divertente: preparare due piatti diversi ma che allo scatto sembrino uguali… Mi è tornata in mente una ricettina semplice che poteva fare al caso mio e che potevo modificare trasformandola da salata a dolce. Fausta spero di averci preso ;-)

Si tratta di crostatine salate alle carote che ho fotografato insieme a delle crostatine dolci alla carote! Per distinguerle basta seguire il rametto di timo, dov’è presente la versione è quella salata, dove non c’è quella dolce… La preparazione è veramente semplice e visto che le abbiamo mangiate vi posso anche dire che la famiglia si è divisa: io ho preferito quella dolce mio marito la salata, quando si dice che siamo le due metà di una mela… Vi lascio le ricette o la ricetta? Sì perché fino ad un certo punto la preparazione è la stessa, si divide solo al momento di condire le carote… faccio così le scrivo insieme a voi l’eventuale scelta!

 

Crostatine alle carote (salate e dolci)  per 6 crostatine

500 gr di carote

150 gr di pasta brisée (la solita)

40 gr di Parmigiano grattugiato

1 uovo

4 cucchiai di zucchero semolato

qualche rametto di timo fresco

4 foglie di menta fresca

scorza di 1/2 limone

sale e pepe

Come prima cosa cuocere a vapore le carote, dopodiché passarle al frullatore e creare una purea.  Rovesciare la purea in una ciotola, lasciare raffreddare e poi aggiungere l’uovo e mescolare. A questo punto dividere la crema in due parti:

1) in una aggiungere il parmigiano, le foglioline di timo, salare e pepare;

2) nell’altra aggiungere lo zucchero, le foglie di menta tritate e la scorza di limone grattugiata. Fare riposare per 20/30 minuti gli impasti ( l’acqua delle carote verrà in superficie approfittatene per eliminarla).

A questo punto tirare sottile sottile la pasta brisée e rivestire 6 stampini da crostatina bucherellandone il fondo, riempire con i due composti fino al bordo del guscio. Infornare in forno già caldo a 180° per 30 minuti.

Se eliminiamo la pasta brisée (nella quale il burro è piuttosto presente) queste crostatine sono piuttosto leggere; volendo il composto salato si può trasformare il uno sformatino, aumentando un po’ le dosi e aggiungendo un uovo…   Quindi con questa ricetta partecipo al gioco di Fausta “Ricette allo specchio

You May Also Like

Avocado toast con pan brioche

Pan brioche e abbinamenti salati

Piccole torte salate con cavolo riccio e caprino

Bocconcini Parmigiano

Bocconcini al Parmigiano Reggiano

Hummus di ceci e asparagi

12 thoughts on “Crostatine dolci e salate alle carote”

  1. ciao Marina,
    ero lì, appiccicata al video, che guardavo gli aggiornamenti dei blog a cui sono iscritta che viene fuori il tuo post e mi precipito. Sì, perché il tuo è uno dei miei blog preferiti in assoluto ed appena mi accorgo che hai pubblicato qualcosa “devo” assolutamente “fiondarmi” qui come un falchetto. Bene arrivo e trovo… delle bellissime parole che ancora adesso mi sconvolgono e mi emozionano. Grazie davvero; tu sei così brava che le tue frasi non possono che farmi un enorme piacere!
    In più, partecipi al mio gioco con queste due ricette che mi entusiasmano letteralmente. Non solo hai capito molto bene il mio intendimento, ma l'hai anche interpretato in modo magistrale! Queste crostatine sono bellissime (e buonissime entrambe, credo). Mi ha fatto sorridere la “divisione” coniugale… vi immagino entrambi con forchetta e coltello e sguardo assorto, masticazione lenta ed attenzione alle sfumature di sapore… come fanno dei veri degustatori.
    Che devo aggiungere? Un GRAZIE di cuore.
    (ora vado ad aggiungere la ricetta altrimenti mi commuovo…)
    Un bacio e a presto

  2. Un meraviglioso e invitante bivio… così su due piedi direi che la versione col “timo” mi è più congeniale, ma non mi tirerei certo indietro nell'assagio anche di quella dolce. Belle le immagini di accompagnamento alla ricetta e ovviamente tanti in bocca al lupo per il contest :)

  3. @Fausta: sei sempre molto gentile, grazie a te per essere sempre da queste parti a dedicarmi un po' del tuo tempo… Quello che ho scritto lo penso davvero, un abbraccio e buona serata

    @Chiara: e a noi di allegria in questi giorni ne serve parecchia! Un bacio

    @Letiziando: La versione salata è senz'altro deliziosamente profumata… in realtà non è un contest è un gioco vero e proprio per puro divertimento, non si vince niente ma il bello è proprio lì! Buona serata e a presto

    @Simona: Ciao! su fb non ci sono mi dispiace, ma quando vuoi io sono qui! Ti aspetto, un abbraccio

    @Reb: :)

    @Tiziana: Grazie! un abbraccio

  4. Ciao Marina!
    Deliziose queste crostatine! A me piace tanto l'effetto sorpresa, quindi eliminerei i rametti di timo e per merenda ne mangerei una presa a caso, tanto sarebbe comunque una delizia! ;)
    Ti lascio tanti auguri di buona Pasqua con qualche giorno di anticipo…
    Baci!
    Linda

  5. Con queste crostatine hai saputo interpretare benissimo il gioco di Fausta e questo non era facile affatto!!!! Sei stata veramente bravissima ed in più queste due tortine devono essere proprio una delizia!!! Un bacione…

  6. Marina, grazie per essere passata perchè così sono potuta venire da te a salutarti ed ho trovato questo splendore di post, che fa onore al gioco di Fausta. Veramente centrato in pieno alla grandissima. Sono daccordo con Linda…lascia l'incognita sul salato e sul dolce: l'effetto sorpresa sarebbe strepitoso. Ti abbraccio…prima o poi in Puglia ci andiamo tutte insieme, brancata di Blogger! Buona Pasqua carissima, Pat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.