Fougasse pomodori secchi ed herbes de Provence

fugasse3

Ci stiamo organizzando per le prossime vacanze… Quest’anno per non farci ridere dietro dopo 4 anni “en France” abbiamo deciso di cambiare nazione: Espana. Devo ammettere però che un po’ soffro questa scelta, l’idea di non scoprire un nuovo angolo francese mi dispiace assai. Ma bisogna cambiare perché, soprattutto in vacanza, l’abitudine è cosa triste.

Nell’operazione nostalgia che tanto mi appartiene ho deciso di sfornare due fougasses in ricordo delle vacanze in terra provenzale. Questo pane croccante e dalla forma tutta particolare (spiga di grano o foglia, scegliete voi) lo si trova in tutte le panetterie di Aix o di St Remy de Provence. L’ultima volta che l’ho mangiata ne spalmavo un pezzetto con della tapenade davanti ad un bicchiere di pastis, che ricordi… Ma quando tornerò da Madrid e dintorni desidererò solo tapas?!

Se volete conoscere la storia della fougasse, vi rimando a lei che di ricette e tradizioni francesi è profonda conoscitrice. Buona settimana da parte mia!

4

Fougasse pomodori secchi ed herbes de Provence

  • 300 gr di farina 0
  • 10 gr di lievito secco
  • 200 gr di acqua a 20°
  • 5 gr di sale di Cervia
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 10 pomodori secchi
  • 1 cucchiaio di herbes de Provence

Mettere a mollo i pomodori secchi. Sciogliere il lievito in 50 gr di acqua (sottratta ai 200 gr della ricetta) insieme a un cucchiaino di miele. Attendere per 10/15 minuti che il lievito formi le bolle in superficie. Nella planetaria versare la farina, il lievito sciolto e il resto dell’acqua. Impastare a velocità minima per 5 minuti e poi aggiungere l’olio e il sale. Continuare ad impastare per 10 minuti a velocità media. Prelevare l’impasto, formare una palla e lasciarla riposare in forno spento per un’ora.

Scolare e asciugare i pomodori e tritarli a coltello in modo grossolano. Riprendere l’impasto, sgonfiarlo e lentamente aggiungere i pomodori tritati e le erbe. Rimettere la palla d’impasto a riposare in forno per un’ora. Trascorso il tempo dividere l’impasto in due parti e cominciare a tirare il primo pezzo con il mattarello dandogli la forma a foglia e lasciandogli uno spessore di un centimetro. Ungere la superficie con dell’olio e praticare i tagli obliqui usando un coltello in ceramica o una lametta, allargandoli delicatamente con le dita. Lasciare lievitare per 10/15 minuti prima di infornare a 180° gradi per 20 minuti.

You May Also Like

Treccia alle albicocche

Treccia alle albicocche

Brioche con farina di castagne e cioccolato

Pane in pentola alla birra

Brioches col tuppo

34 thoughts on “Fougasse pomodori secchi ed herbes de Provence”

  1. *_* la Provence *_* sto convincendo mio marito a farci una vacanza prima o poi…ci ero andata in gita scolastica moltissimi anni fa e mi è rimasta nel cuore: vorrei proprio visitarla nuovamente, con una consapevolezza diversa e con la dovuta calma :)
    La Spagna è un'altra delle nostre ambite mete…prima o poi :)
    La tua fougasse mi piace tanto: la addenterei proprio adesso! :D
    Buona settimana

  2. che belle le tue vacanze ,beh si dicono che l'abitudine in vacanza è triste,ma se una persona ci si trova bene non credo che sia triste non conoscere altri posti del mondo.per il momento io con tre bimbi piccoli mi azzardo ad andare solo in un posto mentre mio marito ogni anno dice : quest'anno basta l'anno prossimo si cambia! vabbe' ritornando a questo splendido pane credo proprio che lo provero' ho giusto dei pomodorini secchi pugliesi ^.^

  3. Io ho solo una regola in vacanza: mai nello stesso posto.
    Amo viaggiare, vedere cose nuove e la vita è troppo breve per stare nello stesso posto anche in vacanza. Passo 11 mesi nello stesso posto, stesso ufficio, stesso percorso, stessi volti. La vacanza per me è scoperta e ho biosgno di passare dalla Tour Eiffel, allo Scozia, dai Templi giapponesi alle pianure africane. Io ho bisogno di questo.
    Il tuo pane è davvero da addentare, proprio qui, su due piedi! :-) GNAM!!

    1. Robi cara, ma neanche nella stessa regione?! Io in Francia ci sono stata diverse volte ma sempre in luoghi diversi: Loira, Lione, Perigord, Provenza, un posto meglio dell'altro e che ti consiglio dal primo all'ultimo ;)
      (te lo dico addentando un pezzo di fougasse insieme a te!Bacio)

    2. Per la stessa nazione vale!! :-) Anche io ho fatto qualche anno in Francia ma di solito se la scelgo come meta cerco di girarla in lungo e in largo. La Spagna è molto bella, l'ho visitata diverse volte.
      A me non calza il motto 'stessa spiaggia, stesso mare'. Io in vacanza ho bisogno di 'itinerare' altrimenti non mi riposo…!!

  4. Bè a me invece la vacanza abitudinaria piace, sono andata per 20 anni nella stessa spiaggia e stesso mare romagnoli e adesso che non lo faccio più mi MAAAAAAANCAAAAAA! però se tu giri il mondo le tue influenze culinarie aumenteranno e noi ne trarremo giovamento, di conseguenza “hasta luego!”

  5. Che buona, simile a quella che prepariamo noi al confine :-) (ponente ligure)
    Ti capisco anche io adoro la Francia e ci tornerei in ogni occasione, soprattutto a Parigi, però è bello scoprire luoghi e sapori nuovi. Ma la Francia… :-)

  6. anche io adoro la francia e cambiare destinazione delle vacanze mi spiace sempre…acnhe pèerchè non so mai se troverò la stessa calda accoglienza francese (benchè molti italiani non sopportino per nulla i nostri cugini).
    ottima questa fougasse…giusto per non perdere l'abitusine ;-)

  7. mi hai fatto venire anche a me la nostalgia per la francia.. ma questa fougasse colma tutto ^ ^
    la Spagna è' altrettanto bella, vedrai che passerai del tempo meraviglioso anche lì!
    un abbraccio
    vaty

  8. ciao carissima, deliziose queste pagnotte.
    ti capisco riguardo la vacanza in francia, era successo anche a me.
    Quest'anno ho scoperto la Svezia e me ne sono innamorata.
    Anche la Spagna è stupenda, vedrai ti piacerà, buone vacanze.
    un bacione

  9. Anche la Spagna non è male. Al ritorno ci delizierai con ricette e ispirazioni :)
    Questa fugasse mi piace molto, immagino il profumo. Un saluto.

  10. Per diverse ragioni (personali, familiari, metereologiche) in questo periodo sto ben poco in cucina, tuttavia so già che ci tornerò a settembre e di certo proverò questa delizia sfiziosa! Mi piace l'idea di metterci i pomodori secchi… li adoro e ne ho tantissimi!
    Grazie per avermi fatto conoscere anche questo bellissimo pane!
    Auguro a te e a tuo marito di vivere intensamente i luoghi che vi accoglieranno!

  11. Ciao Marina, da quanto tempo non passo a salutarti… troppo poco tempo da dedicare al blog purtroppo, ma come vedi passo qualche volta ^_^ mi piace un sacco il tuo blog, lo sai :) ti lascio un abbraccione forte!
    Eri

  12. Io non sono mai andata in Francia, ma l'idea mi gusta specialmente mi piacerebbe andare in Provenza. Chissà, l'anno prossimo. La tua fugasse è strepitosa.
    Buone vacanze.

  13. In provenza ci sono stata solo una volta in gita, alle superiori…. puoi immaginare il grado di attenzione per il contesto …
    Poi non c'è più stata occasione, chissà prossimamente (molto prossimamente, ormai!!)…
    La spagna invece l'ho visitata diverse volte (soprattutto il sud) e ne sono innamorata! ti assicuro che la tua cucina ne risentirà (positivamente) di questo viaggio!

    … questa fougasse è così bella, quasi un peccato addentarla!!
    Un bacio grande!

  14. Ciao … anche io sono un'amante della Francia e la Provenza è tra i miei ricordi di viaggio più belli ed autentici … non a caso utilizzo la lavanda anche in cucina … ma la Spagna, altro posto incantevole, non ti deluderà … Buone vacanze e buon relax !!! Dimenticavo … piacere di averti incontrata :) Da oggi ti seguo … Carolina

  15. Mari, sai che ho ricette di fougasse su almeno un paio di libri e ogni volta che la vedo ho la tentazione di provarla? Poi alla fine non la faccio mai…molto bella la tua!! Buona vacanza in Spagna! Vedrai che ti divertirai…Madrid non mi fa impazzire, però se girerete, soprattutto verso il sud e l'andalusia vedrai che ti piacerà un sacco!

  16. ho conosciuto la fougasse con Richard Bertinet, da allora ne faccio spesso e soprattutto ho conosciuto tramite i suoi libri l'arte della panificazione, mi piace tantissimo. bellissima la tua versione con i pomodori secchi e le foto sono ad arte. a presto mony

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.