Tonno Fuori Rotta

L’esordio è stato questo: “ma tu non ami molto il pesce, vero?!”

Immaginate due occhi a palla che guardano interdetti l’amico cuoco e una bocca semi aperta che prova a giustificarsi: “ehm, no, anzi sì, beh a me il pesce piace moltissimo ma non trovo mai il tempo di andare a comprarlo e di prepararlo!”

E lui: “Te lo chiedo perché ho visto il tuo blog e non ci sono molte ricette con il pesce…”

Io: “quasi niente vorrai dire, ahahahah!”

Da questo siparietto è nata un’idea: lui è Luca Mei, cuoco autodidatta che ha lavorato nei migliori ristoranti della città, titolare del ristorante Farini 13 a Rimini e l’altra sono io, foodblogger impedita con la cucina di pesce. Luca si è proposto di insegnarmi alcune ricette veloci, pratiche e di stagione, io le condividerò con voi qui, sperando prendiate ispirazione visto l’intento di rendere semplice anche questo tipo di piatti.

E quindi cominciamo con questo delizioso piatto unico. Il filetto di tonno che ha usato Luca si può tranquillamente sostituire con la classica fetta di tonno che ci si fa tagliare in pescheria. Andrà ugualmente scottata e poi tagliata come si vede nella foto, ossia scaloppata. Quando sono arrivata in cucina Luca aveva già grigliato le verdure e in meno di mezz’ora ero davanti al mio piatto, pronto per essere mangiato. Dirvi che mi sono leccata i baffi e dirvi poco… : )

Tonno Fuori Rotta

Ingredienti per 2 persone

  • 300 g di tonno fresco
  • 1 peperone giallo
  • 1 peperone rosso
  • 1 zucchina
  • 2 pomodori bicolore San Marzano 
  • 10 g capperi
  • Salsa per condimento: 
  • 10 g salsa di soia
  • 20 g aceto balsamico 
  • 60 g olio extra vergine di oliva
  • Origano fresco,olio extra vergine di oliva, sale e pepe qb

Scaldare sul fuoco una padella antiaderente, aggiungere poco olio e scottare il tonno su tutti i lati (circa 20 secondi a lato) e farlo raffreddare su carta assorbente. Riporlo in frigo per 30 minuti. Tagliarlo a fette sottili con coltello ben affilato.
Cuocere in forno i peperoni interi per 35 minuti a 185° poggiandoli su una teglia con carta da forno. Farli raffreddare e spellarli aprendoli a metà ed eliminando i semi.
Affettare a striscioline le zucchine salarle e lasciarle riposare per 30 minuti quindi grigliarle su entrambi i lati.
Tagliare a rondelle i pomodori San Marzano e battere al coltello i capperi.
Preparare la salsa di condimento emulsionando insieme olio extra, balsamico e salsa di soia.
Unite gli ingredienti nel piatto a vostro piacere e servire e condito con la salsa.

 

You May Also Like

Crema di broccoli e capesante

Crema di broccoli e capesante

Polenta con ceci e gamberi

Polpette di stoccafisso

Polenta con le vongole

26 thoughts on “Tonno Fuori Rotta”

  1. ma che meraviglia!!!!
    io l’estate scorsa mi ero data i compitini da sola, tanto mancavano i piatti di pesce nel mio blog (io poi tesoro sono dell’entroterra, mi mancano proprio le basi, sai?)! Quest’anno pure avevo pensato che qualche piattino di pesce non me lo avrebbe tolto nessuno, tra i compiti estivi, e tu arrivi con questa invenzione meravigliosa a quattro mani!
    Sappi che non mi perderò un post!
    Grazie grazie grazie!
    Rossella

  2. Molto interessante questa insalata e penso che potrebbe andare a genio anche al mio lui che ama il tonno appena scottato e, tra i modi per cuocere le verdure, grigliarle è il modo più semplice per fargliele gradire!
    Bravo lo chef e brava tu per l’impegno a voler imparare piatti di pesce! Noi lettori ne siamo felicissimi :D

  3. questa ricetta fa proprio al caso mio, volevo preparare qualcosa di speciale per una cenetta con il mio Amore e non sapevo cosa fare, mi hai risolto il problema, grazie grazie grazie
    sara

  4. Qui rischio di imparare molto, anche più del solito.
    Nel senso che anch’io non riesco a trovare il pesce bello, giusto. Ed in parte ne ho anche un po’ paura non avendolo nel DNA.
    Questa ricetta del tonno mi sembra un ottimo trampolino di lancio per provare a fare del buon pesce anche nella mia cucina.

    1. Rossella come dicono nella pubblicità “buttati che è morbido” questa ricetta si può rifare, te lo dice una che è nella tua stessa situazione. Un caro saluto

  5. Che dici… io sono sulla tua stessa barca, ricette di pesce pochissime (e dire che vivo a 800 metri dal mare…). Anche il mio proposito è fare più ricette di pesce, quindi sono contentissima di farmi ispirare da questa tua nuova rubrica!!!

  6. Il tonno scottato, con il cuore rosso e così tenero, per me è un piatto irrununciabile! Non è facile indovinare i tempi di cottura, ma basta un pò di allenamento e di occhio e ormai non sbaglio quasi più! :-)
    Quanto alla presenza sul blog, io sono ancora a quota un secondo, uno, misero! Ma il tonno l’avevo messo come antipasto nella tartare, me la sono cavata così! :-)
    Ciao Marina, profumo di buono sempre qui da te!

    1. Confesso che il tonno in scatola in casa mia è stato bandito da un po’… Mentre quello fresco ogni tanto lo mangiamo al ristorante o nel sushi ma mai comprato, dopo aver seguito la lezione mi toccherà metterla in pratica e andare in pescheria :) Un bacio Francesca cara

  7. ecco, secondo me i progetti più interessanti sono questi: fanno conoscere ristoratori in gamba a noi tutti (che se per caso capito in zona, sicuramente ci passerò!), fanno imparare a te a cucinare del buon pesce (che fa tanto bene), e lo fanno imparare anche a noi! che io, con il tonno, ho sempre avuto un pò di problemini… :) tipo che non sapevo ci volessero solo 20 secondi di scottatura!!! senti, domani sera ho la grigliata con i suoceri, e se lo faccio così alla griglia sul barbecue, che dici? un bacino cara mari, che voglia di rivederti un pò! se fossimo vicine di casa, sai quante chiacchierate e cenette??? sere

    1. Stessi tuoi problemi con il tonno… però se fresco e cucinato da persone di fiducia che se lo procurano in modo lecito ogni tanto me lo concedo. sono contenta che questo progetto ti piaccia e giro subito la tua domanda allo chef… Ti farò sapere! Anch’io ho voglia di riabbracciarti Sere, credo davvero che ci stordiremmo a suon di chiacchiere se fossimo più vicine :) mille baci

  8. Il tonno la rotta la imbroccherebbe giusta se quest’insalata mi comparisse miracolosamente davanti a pranzo oggi :) Mi piace che mi piace che mi piace :D! Un bacione, buona giornata

  9. Beh, nel nostro blog i piatti di carne e di pesce (soprattutto) latitano. E non so neanche io il perché, spesso io e Chiara ci imponiamo delle regole, guardiamo il calendario e ci diciamo “la settima prossima ci serve un secondo, assolutamente” poi senza sapere bene come, iniziamo a parlare di dolci, e il piatto di carne scompare dalle nostre menti. Questa tua iniziativa mi piace moltissimo, e anche la ricetta!! Buona giornata

  10. Ma sei proprio sicura che va bene anche la fettazza di tonno? La fetta ha dei filamenti bianchi elasticosi e poco masticabili se il tonno resta crudo (ho provato ad usarlo ma con pessimi risultati), secondo me ci vuole il filetto che è lo stesso che usano nei ristoranti giapponesi per fare il sashimi.
    La foto con la signora cartonata davanti al piatto la trovo MERAVIGLIOSA!!!!

    1. Luca mi ha detto che si può sostituire, chiaramente il risultato sarà un po’ diverso ma il filetto di tonno costa un po’ e difficilmente si trova in pescheria… In fin dei conti deve essere una ricetta domestica… e la signora cartonata me la suggerita Luca :D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.