Salse allo yogurt (greco, naturalmente)

salsa-melanzane-e-yogurt

Le vacanze estive, quelle vere, come anche le piccole gite fuori porta, non possono prescindere da un approfondimento gastronomico. Sono cresciuta così e per fortuna ho accanto a me una persona che trae lo stesso piacere dalla scoperta di nuovi sapori e nuove ricette da assaggiare. Viene da sè che, programmando le ferie, con un occhio si individui la meta da raggiungere e con l’altro si sbircino i piatti più identificativi…

La Grecia continentale ha in realtà una cucina che si avvicina tanto a quella italiana, nell’uso imprescindibile delle verdure come piatto principale o nella presenza dell’aglio in molte preparazioni (dall’adorata tzatziki alla melitzanosalata che accompagnavano ogni cena!). Per non parlare dell’immancabile feta che fa pensare alla nostra mozzarella, entrambe utilizzate in purezza o come accompagnamento nei ripieni di verdure o, ancora, nelle torte salate. Mi sembra quindi impossibile pensare che un italiano possa dire che in Grecia si mangi male, di sicuro una muossaka è difficile da digerire ma non è impossibile se penso alle lasagne che si mangiavano a ferragosto a casa dei nonni quando ero piccola. Quest’anno però non ci siamo lasciati “tentare” e alla mussaka abbiamo preferito i pomodori ripieni di riso o del pesce alla griglia, quando riuscivamo a trovarlo e le irrinnunciabili tzatziki e melitzanosalata!

grecia2016

Abbiamo alimentato però anche il nostro bisogno di azzurro che, come lo scorso anno, non è mancato. Il mare si è tinto d’argento nelle calde ore del pomeriggio e il cielo di rosa al tramonto, lasciandoci sempre senza parole, e in silenzio ci  siamo goduti questa pace colorata.

Gli ultimi giorni li abbiamo però trascorsi ad Atene; niente mare ma le visite all’Acropoli e ai musei ci hanno emozionati ugualmente. Gironzolando per la città, che tra l’altro ho trovato pulita e accogliente, ho scoperto un piccolo negozio di prodotti alimentari esclusivamente greci, gestito da un ragazzo che, come ci ha raccontato, ha usato la crisi per mettersi in proprio e cercare di valorizzare le risorse della sua nazione. Lì, insieme a dei fichi secchi morbidissimi, all’ uvetta di Corinto minuscola ho trovato un libro di cucina dedicato allo yogurt greco. Una bella edizione curata con ricette tutte replicabili. Ed ecco qui le prime due, sono salse a base di verdure perfette spalmate sul pane ma ottime per accompagnare del pesce o della carne grigliati.

Adesso lo prometto, per me l’estate è finita anche qui fra queste pagine, entriamo nell’autunno non senza un sospiro di nostalgia…

salsa-peperoni-e-yogurt

Salsa alle melanzane con yogurt

2 melanzane tonde bianche
1 spicchio d’aglio
1 pizzico di peperoncino
50 ml di olio extra vergine d’oliva
100 g di yogurt greco
succo di mezzo limone
sale
pepe nero
prezzemolo

Lavate le melanzane e con i rebbi di una forchetta foratele in più punti. Accendete il grill del forno a 180° C e, raggiunta la temperatura infornate le melanzane. Fatele cuocere per 1 ora o fino a quando non risulteranno morbide all’interno.
Una volta pronte, lasciatele raffreddare, eliminate la pelle e schiacciate la polpa in un piatto.
Pulite l’aglio, tagliatelo a pezzetti e unitelo alla polpa di melanzana, insieme al peperoncino, l’olio, lo yogurt e il succo di limone. Trasferite tutto nel bicchiere del frullatore e realizzate una crema. Assaggiate, aggiustate sale e pepe e decorate con del prezzemolo tritato prima di servire.

Purea di peperone rosso e yogurt

2 grandi peperoni rossi
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
100 g di yogurt greco
50 ml di olio extra vergine d’oliva
1 cucchiaino di aceto balsamico
origano q.b.
sale
pepe nero

Lavate i peperoni. Accendete il grill a 180 °C e, una volta raggiunta la temperatura, infornate per 30 minuti girando spesso i peperoni. Sfornateli e metteteli immediatamente in un sacchetto di carta fino a quando non si saranno intiepiditi, così sarà più facile eliminare la buccia.
Sistemate la polpa dei peperoni in un bicchiere del frullatore insieme a tutti gli ingredienti. Frullate fino ad ottenere una crema, assaggiate e regolate di sale e pepe.

You May Also Like

caramella mou al cioccolato fatta in casa

Caramelle mou al cioccolato

Crackers ai semi di sesamo e paté di lenticchie veg

Cracker di sesamo e paté di lenticchie

Blinis di cavolfiore con salmone

Insalata cotta e cruda con feta

7 thoughts on “Salse allo yogurt (greco, naturalmente)”

  1. Ciuauuuuuuuuuuuuu Mariiiii! oddio con sto tempo di oggi ce vedo meio la vellutata della Ross di ieri de ste du salsette freschiiiiiiiiiiissime e buonissimeee… quella con le melanzane mi intrippa perché cosi forse riesco a nasconderle al mio babbo che non gli passano per nessun verso… ha una sorta di repellenza per le melanzane, qualsisi form, dimensione e colore abbiano… anche a me da gusto un sacco scoprire i posti attraverso il cibo..poi credo anceh che quando si viaggi ci si debba adeguare… e non partire col pregiudizio che la nostra sia la cucina top e magari negli altri posti sia cattiva solo perchè hanno abbinamenti differenti dai nostri, o usanze particolari… poi tipo la mussaka non è una specie di parmigiana? che se fatta con tutti i santi crismi…altro che citrosodina! oppure i vincisgrassi delle basse marche… ma anche la cucina partenopea o siciliana beh.. non è proprio leggerissima…. eh?! quindi…
    devo provarle ste due ricettuzzole.. e ti aspetto per le due gitarelle…. Pugliano e Le Rosine da Nico… tra l’altro il prossimo week-end mi sa che faccio un giretto a Pennabilli per i frutti antichi…..
    Manu-miglio-melomagno!

    1. Hai proprio ragione Manu, il tempo di oggi era più da minestrina in brodo o super vellutata di Rossella che da salsette a base id verdure estive ma non potevo non mostrartele… salvale per l’anno prossimo! Comunque non so se a tuo padre riusciresti a fregarlo perchè la melanzana si sente bene anche se è un po’ ingentilita, tentar non nuoce però!
      Per le gitarelle ci sentiamo presto, devo solo trovare un sabato senza lavoro o impegni varie di sicuro si va da Le Rosine! Promesso :)

      1. siiiiiiiiiiiii! :) :) :) “te quiero mucho!” …
        non so se si scrive così.. però ci provo, con le melenzane intendo.. perché magari anche per la pasta… mmm sperimentooooo!
        Mari sei troppo troppissimo!!!!

  2. Ecco, la Grecia è una di quelle mete che segno sicuramente per il futuro.. non tanto Atene, che non ho amato moltissimo (ma in cui comunque tornerei per vederla con altri occhi), ma per riempirmi gli occhi di azzurro. Che sono già in astinenza, post Salento :(

    Io amo le salse a base di yogurt (greco, ancor meglio) e, se quella di melanzane mi torna famigliare, quella di peperoni mi ha steso! Splendida!

    1. Mettila assolutamente e considera che nonostante tutto non sarà mai affollata come il Salento! :D
      Con quella di peperoni ci ho condito anche la pasta… fai te!

  3. Ciao marina, ti faccio un po’ di domande
    -che tipo di yogurt uso?
    – per chi non digerisce l’aglio hai delle dritte? Insaporisce molto le salse quindi rinunciare è una bella impresa

    Grazie fede

    1. Ciao Federica! Lo yogurt è quello greco, bianco e compatto hai presente?!
      Mentre per l’aglio… sono in difficoltà perchè, come dici, insaporisce tanto e nelle ricette greche è tanto presente.
      L’unica soluzione che mi viene in mente è quella di tagliare in due lo spicchio e lasciarlo nella salsa dopo averla frullata poi, prima di mangiarla, eliminarlo. Un compromesso accettabile, che dici?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.