Quiche zucchine e pancetta e un’amica che mi ospita

Se un’amica ti invita a casa sua, il minimo che puoi fare e portare con te un presente… e siccome sei quella che in cucina se la cava, di solito il tuo omaggio è del tipo da addentare. Peccato però che in questo caso chi mi invita nella sua casa abiti decine di chilometri da casa mia e che il suo sia un invito virtuale. Io però le offro comunque una fetta di quiche… speriamo le piaccia.

Sì perché la cara Tiziana del blog “4 passi per il mondo” da domani – non preoccupatevi domani ve lo ricorderò ;-) – ospiterà il racconto della mia vacanza in Perigord e Provenza. Tiziana è stata tra le prime blogger con cui ho avuto modo di scambiare due parole ormai alcuni mesi fa. Il suo blog mi piace tanto e oltretutto molti dei luoghi che ha visitato e di cui racconta sono gli stessi che ho visto anch’io e quindi il filling è nato naturalmente. Ha molta grazia sia nel raccontare dei suoi viaggi sia nel rivolgersi alle persone che interagiscono con lei.  Se vi va quindi vi diamo appuntamento a domani… anche solo per appuntarvi due o tre posticini da non perdere la prossima volta che si va in France!

Ma veniamo alla ricetta. Quella che vedete sotto è una semplice quiche zucchine e pancetta, sai che novità?! Però, c’è un però, ha una particolarità: la pancetta viene prima bollita. Forse qualcuno storcerà il naso ma questa variante, appresa da Michel Roux che la usa nella sua quiche lorraine, alleggerisce non poco la farcia già piuttosto ricca in grassi e non toglie assolutamente gusto alla torta salata. Con i ritagli della brisée ho rivestito anche un paio di stampi per crostatine e ne ho ricavato delle mini quiche, che vedete sotto, carine e buonine!!! A domani allora…

 

Quiche con zucchine e pancetta ( per 6 persone)

Per la pasta brisée: ( ricetta di Michel Roux )

250 gr di farina

150 di burro

1 uovo

1 cucchiaino di sale (scarso)

un pizzico di zucchero

2 cucchiai di latte freddo (io ho usato acqua fredda)

Per la farcia:

125 gr di pancetta in un’unica fetta

2  zucchine

2 uova

1 tuorlo

150 gr di panna liquida

100 gr di parmigiano (in realtà non l’ho pesato però ne ho grattato un bel po’)

Per la pasta: Lavorare con la punta delle dita il burro leggermente ammorbidito con il sale, lo zucchero e l’uovo. Poco a poco aggiungere la farina e infine aggiungere l’acqua (o il latte) per assemblare l’impasto. Mettere in frigo a riposare almeno per un’ora. Trascorso il riposo stendere l’impasto,  rivestire una tortiera di 26/28 cm di diametro, coprire con un foglio di carta forno e fagioli e procedere alla cottura in bianco per 15 minuti. Sfornare e far raffreddare.

Per la farcia: Cuocere la pancetta in acqua bollente per 10 minuti, scolarla e tagliarla a cubetti. Grattugiare le zucchine e lasciarle scolare in uno scolapasta. Nel frattempo preparare il composto mescolando le uova con il tuorlo, la panna e il formaggio grattugiato e aggiustare di sale e pepe.

Unire le zucchine leggermente strizzate distribuirle sul guscio di brisée e versarci il composto sopra, spolverare con del parmigiano e infornare a 180° per 15 minuti o fino a quando la superficie della quiche non è dorata.

You May Also Like

Piccole torte salate con cavolo riccio e caprino

Bocconcini Parmigiano

Bocconcini al Parmigiano Reggiano

Hummus di ceci e asparagi

Crackers ai semi di sesamo e paté di lenticchie veg

Cracker di sesamo e paté di lenticchie

16 thoughts on “Quiche zucchine e pancetta e un’amica che mi ospita”

  1. Due zone magnifiche della Francia. Mi mancavano così tanto i viaggi fatti a modo mio che ci siamo ricomprati il camper.
    Ah, e ti pare che la quiche non sia favolosa? La pasta è del mio amato Roux. :)

  2. Sarò ben felice di andare a conoscere Tiziana, mi hai incuriosito e mi fido ciecamente dei tuoi apprezzamenti sul suo blog e sulla persona:)
    è bello trovare così tanto feeling con qualcuno, il feeling, quando c'è, si crea in così poco tempo che sembra incredibile quanto si riesce a scoprire di avere in comune con l'altra persona.

    La ricetta dev'essere gustosissima e Roux lo adoro. Ho il suo libro mitico sulle sfoglie e la pasta frolla (non mi viene il titolo in questo momento:P) ed è fenomenale. complimenti ancora:)

  3. avevo letto di questo modo per alleggerire la pancetta, effettivamente il brutto dell'usarla è proprio il quantitativo di grasso che poi rilascia. Proverò a fare questa tua quiche perchè di zucchine a casa mia ce ne sono un bel pò. bacioni

  4. @sulemaniche: ;) presto svelati però…

    @carlotta: è vero Roux è un mago e da quando ho il suo libro non sperimento quasi più la basi per gli impasti, i suoi mi hanno conquistata!!!

    @Francesca: amata Provenza… non mi stancherei mai di visitarla! Un bacio a te

    @Sal: a domani allora ;) baciotto

    @Fiordivanilla: è proprio vero, a volte la sintonia è così facile anche a distanza. Il libro di cui parli è quello che ho io “frolla & sfoglia”, una bibbia! Grazie per essere passata

    @Leti: Grazie Letizia, spero di non deluderti! ;)
    un abbraccio

    @Martina: detto da te… sono diventata rossa! un abbraccio e grazie mille

    @Stefania:a me piace molto anche perchè il sapore rimane tal e quale! Un bacione

    @Cinzia:è vero!!! mi sono dimenticata di citare le mie amiche di Ramina!!! vorrà dire che userò la zuccheriera in qualche altra foto, sarà carina?! …e in fatto di eleganza tu sei maestra cara Ci, bacio

    @Stefania: grazie, sono lusingata… ;)

    @Titti: Hai ragione W monsieur Roux, sono felice che anche tu confermi la bontà di questo trucchetto. Bacioni

    @Tiziana: A domani mia cara, passo e chiudo ;)))

  5. Sono curiosa domani di leggere il tuo racconto e nel frattempo rubo una fetta di quiche che adoro! E questa è anche meno pesante grazie all'accortezza da te condivisa.E ti confesso che avendo un debole per le porzioni mini, non posso che apprezzare quella sotto più piccola! Un bacione e buona serata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.