Burger Veg, la cena con gli amici

Burger vegetariani

Spero mi perdoniate il burger fuori fuoco, la fretta in fotografia come in cucina è cattiva consigliera.

La scorsa settimana vi ho presentato le pizzette preparate per i miei amici in occasione di una cena chez moi. E questo è stato il piatto forte, o meglio, l’idea del panino farcito e ricco è stato il piatto forte della cena perché nessuno dei miei ospiti di fronte alla scelta fra manzo e lenticchie ha osato  abbandonare il noto per l’ignoto. Solo io mi sono mangiata voracemente il burger vegetariano tutti gli altri hanno optato per un classico hamburger di manzo farcito di insalata, pomodori e salse varie. Ad accompagnare il tutto c’erano delle patate queste.

La ricetta del panino per hamburger è di Martina (l’avevo detto che era stata una cena Martina style) e in realtà c’era anche un terzo spunto: la maionese, questa maionese. Super veloce, super facile e clamorosamente sbagliata perché se fare un macaron non ha più segreti per me, la possibilità di fare una maionese in 30 secondi mi fa cadere in fallo. La faccio breve: dovevo usare l’olio di semi e invece mi sono rifiutata (se aveste assistito ad un paio di lezioni sugli oli lo fareste anche voi, ecco) ed ho usato dell’olio extravergine d’oliva dal gusto intenso. Errore enorme, la maionese ha preso la nota amara e il gusto di verdura a foglia verde dell’olio e la delicatezza di questa salsa è andata a farsi benedire :)

Per il burger mi sono ispirata un po’ qua e un po’ là. Anche qui un piccolo errore c’è stato. Diciamo che sono molto delicati da gestire e così come li ho preparati erano difficili da girare in padella. Probabilmente sarebbe bastato aggiungere un po’ di pane grattugiato o forse azzardare con un uovo. Comunque facendo attenzione non sono così difficili da muovere. Di solito mi sono sempre limitata a comprarli già fatti ma adesso che ho scoperto quanto sono facili da fare, beh, burger homemade a me!

Panini da hamburger homemade

  • 485 g di farina 0
  • 240 g di acqua (circa: dipende dall’assorbenza della farina quindi non mettetela tutta insieme)
  • 1 uovo
  • 55 g di zucchero
  • 7 g di sale
  • 30 g di burro morbido a pezzetti
  • 8 g di lievito di birra fresco
  • semi di sesamo bianchi
  • 5 cucchiai di latte

Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida. Versare la farina, lo zucchero, il sale nell’impastatrice e mescolare velocemente per farli amalgamare. Aggiungere l’uovo e l’acqua con lievito e attivare l’impastatrice a velocità medio bassa. Quando gli ingredienti si saranno ben amalgamati unire il burro e aumentare la velocità media e far incordare l’impasto (ci vorranno circa 10 minuti di lavoro della macchina).

Formare una palla e metterla a lievitare fino al raddoppio in un contenitore con il coperchio in forno spento ma con la luce accesa. Quando l’impasto sarà raddoppiato (ci vorranno un paio d’ore), pesarlo e ricavare circa 7 panini da 120 g l’uno. Per formare dei panini perfettamente rotondi e lisci, usate la tecnica che vedete in questo video di Martina.

Adagiare ogni pallina su una teglia coperta con carta forno, distanziandole bene per non farle attaccare durante la lievitazione o in cottura. Coprire la teglia con un canovaccio. Attendere il raddoppio e 15 minuti prima di infornare accendere il forno a 190°. Prima di infornare spennellare la superficie dei panini il latte  e poi spolverare con qualche seme di sesamo. Infornate per 15 minuti.

 

Burger di lenticchie

250 g di lenticchie secche
2 cucchiai di semi di sesamo
curcuma, curry, semi di cumino, sale e pepe q.b.
2 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva

Mettere in ammollo le lenticchie per un paio d’ore. Cuocerle partendo da acqua fredda per 30/40 minuti da quando inizia il bollore, dipenderà dal tipo e dalla grandezza della lenticchia. Scolare e quando sono ancora calde inserirle nel mixer con il sesamo, le spezie, il sale, l’olio. Frullare fino ad avere un composto omogeneo e piuttosto denso.

L’impasto dovrà essere facile da lavorare ma compatto. Formare delle palline grandi come una susina, schiacciarle leggermente con le mani e poi sistemare tra due fogli di carta da forno e, aiutandosi con un bicchiere schiacciare delicatamente per formare il burger.
Scaldare una padella antiaderente, distribuire un po’ di olio nella padella e cuocere a fuoco medio per 3-4 minuti per lato.

You May Also Like

Croque Monsieur – un grand classique

Curry di cavolfiore con riso basmati

Carote arrosto con crema di primosale

Patate al Trebbiano

24 thoughts on “Burger Veg, la cena con gli amici”

  1. Fuori fuoco? Io sono rimasta incantata davanti a questa bella immagine…fortunati i tuoi amici.
    Segno la ricetta dei burger di lenticchie e li preparo prossimamente, grazie e buon lunedì.

  2. Mariii!!! Grazie di aver provato acnhe questi paninetti di cui vado molto fiera…A me paiono davvero perfetti e spero siano piaciuti anche a voi.. per gli hamburger, se erano troppo fragili, la prossima volta ti suggerisco di mettere un po’ di farina o di farina di ceci che fanno da collante..Io ho fatto così con le mie polpettine di tofu vegan, su suggerimento di Alice Martini ed è andata bene…
    Per la maionese, in effetti a me fatta con l’olio d’oliva proprio non piace…L’olio d’oliva come dici tu ha un sapore troppo predominante…però dai, non hai mica sbagliato la ricetta..Semmai hai fatto la scelta sbagliata a usare quell’olio….:) Non è un insuccesso….
    Mi piace sta cosa che hai fatto uan cenetta Marty style…:P

    1. E’ piaciuta anche a noi la cenetta Marty style e anche la maionese alla fine l’abbiamo mangiata, anche se mischiata al ketchup ;)
      Grazie per la dritta della farina, me ne ricorderò la prossima volta perché questi burger vegetariani mi sono piaciuti moltissimo anche se gli amici non hanno apprezzato… Un abbraccione

  3. A me questo burger sembra proprio buonissimo, oltre che superbello! Peccato che nessun altro dei commensali abbia voluto abbandonare (per una sera,poi!) le proprio certezze e mettersi alla prova con qualcosa di diverso :( Ci fossi stata io ti avrei dato enormi soddisfazioni! ;)
    per quanto riguarda i burger, la prossima volta prova a tenere l’impasto in frigo per un’oretta prima di formarli e vedrai che staranno insieme molto più facilmente! e poi sì, un po’ di pangrattato ci va! io di solito metto alternato anche un po’ di amido, e un cucchiaio di farina di ceci. Prova, prova! L’uovo non serve :)
    a proposito, mai provata la maionese col latte di soia? giuro che non ha nulla da invidiare a quella tradizionale!
    un saluto e a presto

  4. ‘spetta, che commento anche io.
    Allora: gli hamburgher di Martina li ho fatti anche io ma il suo blog è solo pieno di certezze quindi sono andata sul sicuro. La maionese con olio EVO fatta pure io: amara e immangiabile. Quindi siamo in due.

    Sogno di fare una cena VEG per amici carnivori, sono certa che davanti ai tuoi hamburger avranno dei seri dubbi.
    PS: adesso sono in fissa con il seitan…

    bacioniii (e la foto è bellissima)

  5. Martina è una certezza in quanto a pane, ma il tuo è così invitante che non ti si può non perdonare quel burger fuori fuoco (ho dovuto riguardare la foto per la verità, a me sembrava perfetta anche così!)
    L’hamburger in versione veggy l’ho provato tempo fa fatto di ceci e mi era piaciuto molto, credo sia giunto il momento di provarne una nuova versione :)
    A presto!

  6. Più il panino è pieno, alto e quasi ingestibile da mordere (!), più mi piace! :-) Non ti dico quando ho mangiato la prima volta in Veneto i clud sandwich fatti con tanti strati, amore al primo assaggio! Ma ammetto che gli hamburger danno ancora più soddisfazione, che siano “classici” o vegetali (con spezie, olè) come il tuo, non metto limiti ai sapori e alla curiosità… e anche fare il pane homemade è un’ottima idea, più sano di così…

  7. Ma sì cara, ti perdoniamo tutto! Se vedi le mie foto allora ti viene da piangere per i fuori fuoco :) ma con una compatta e la fretta si fa quel che si può
    Poi ottima la ricetta vegetariana, non sono vegetariano anzi! però ogni tanto è bello poter cambiare

    PS. Hai visto sul mio blog il giveaway?
    Marco di Una cucina per Chiama

  8. Che dirti??? Prima di tutto mi piace da pazzi l’atmosfera che hai creato, mi piace il burger veg e mi piace anche se è fuori fuoco :)
    Ho provato anche io i panini di Marty sono a prova di bomba!!!
    Faccio una versione veg di burger con funghi, seitan e ricotta -la ricotta per i vegetariani va bene?- ai miei amici piace ma ometto sempre di elencare gli ingredienti e faccio la gnorri hiihihihihihih
    Baci, Chiara

  9. I burger buns e la maionese ormai non sono più un segreto, ma il burger di lenticchie è ancora un territorio ignoto.. sarà da sdoganare, perché so che mi piacerebbe da morire!

    PS. capisco le tue perplessità per l’olio di semi, ma per la maionese l’olio extra-vergine è proprio inutilizzabile (a meno di montarla a mano e con poco olio, allora si può)

  10. io mi sarei scagliata sull’hamburger di lenticchie, sarà che è qualche settimana che mi frulla in testa, sarà che sperimentare cose nuove mi piace… e poi è stupendo!!! qualche tempo fa stavo parlando con una chef sul fare la maionese con l’olio e.v.o., e mi consigliava di miscelare all’olio un po’ di acqua per alleggerire la mayo… non ho ancora provato a farlo e devo anche ben capire come fare l’emulsione di olio e acqua (nella mia testa sono destinati sempre e comunque a dividersi), però prima o poi ci proverò!! Complimenti ancora per la ricetta!

  11. A parte il fatto che la foto per me è bellissima, io avrei scelto il burger veg, senza ombra di dubbio, ma sulla maionese sarei anche io caduta in fallo, non riesco proprio a prepararla con l’olio di semi, riusciamo ad ovviare a questo inconveniente? Un saluto Manu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *