Cake con cioccolato al latte e sale di Cervia… come ti riciclo l’uovo

Cake cioccolato al latte

Anche voi avete ricevuto un uovo al cioccolato gigante per Pasqua? Anche voi appena l’avete aperto avete pensato “e adesso? con tutto questo cioccolato al latte che ci faccio?” perché anche voi come me siete amanti del cioccolato fondente che più fondente non si può e il cioccolato al latte lo snobbate come solo i gastrofichetti sanno fare. Ma immancabilmente a Pasqua il cioccolato al latte “contamina” casa vostra e le soluzioni da applicare sono poche o nulle, sempre che… sempre che dal nulla scoviate un commento dalla adorabile Rossella che suggerisce ad una malcapitata come me (la Fra) la ricetta per lo smaltimento del cioccolato suddetto. Ed ecco che in 4 giorni l’avete già fatta due volte, una per la colazione di casa e l’altra per i colleghi del lavoro che hanno gradito molto.

Il tocco in più è dato dai granelli di sale di Cervia (Rossella ha usato del fior di sale, io ho giocato in casa con del sale di Romagna!) che qua e là capitano sotto i denti e contrastano con il gusto dolce del cake. Se non siete amanti del caramello salato, del cioccolato al sale e cose del genere allora potete ometterlo anche se così un po’ si perde il valore aggiunto di questo cake riciclone.

Anche questa sarà una settimana corta, anche in fatto di ricette. Per quanto mi riguarda i ponti e le festività sono i momenti di massimo lavoro quindi credo proprio che ci rileggeremo la prossima settimana. A presto!

Cake cioccolato al latte e sale di Cervia

Cake con cioccolato al latte e sale di Cervia

  • 180 g di farina 00
  • 3 uova
  • 150 g di zucchero
  • 150 g di burro
  • 150 g di cioccolato al latte
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 1/2 cucchiaino di sale di Cervia
  • 1/2 bustina di lievito

Scaldare il forno a 180°C e imburrare uno stampo a ciambella da 28 cm di diametro. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria (oppure utilizzando il forno a microonde) con il burro e mescolare. Sbattere insieme l’uovo con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, poi aggiungere la farina  setacciata poco alla volta e sempre mescolando, poi il cioccolato con il burro fuso e infine il cacao setacciato. Aggiungere il sale e il lievito mescolando con cura e versare il composto nello stampo.
Cuocere per 30 – 40 minuti nel forno già caldo.

You May Also Like

Galette pere e rosmarino (dolce di fine estate)

Torta di prugne con streusel alle mandorle

Torta alle prugne con streusel alle mandorle

Cookies

Biscotti semintegrali con gocce di cioccolato e fior di sale

Torta Cyrano di Christophe Felder

18 thoughts on “Cake con cioccolato al latte e sale di Cervia… come ti riciclo l’uovo”

  1. uhhhh ma me ne mangerei proprio una bella fetta, in questo momento!! In barba al fatto che di cioccolato dalle mie parti se ne è visto eccome (chissà se riuscirò mai a raggiungere il punto di saturazione ^_^). Bravissima! ;-)

  2. Io odio le uova al cioccolato al latte proprio per questo motivo, poi non sai come smaltirle. Quest’anno ho rimediato in modo drastico le ho portate tutte al centro dove va Dario il pomeriggio a giocare, un’orda di bambini famelici le faranno fuori in meno di due giorni. il cake è una bella idea con il sale non ci avrei mai pensato, conosco il sale di Cervia me lo ha fatto conoscere la Laura Adani che lo usa sempre. Un grande bacione.

    1. Ottima soluzione, i bimbi sono delle idrovore di cioccolata :) Se mi vieni a trovare ti porto alle saline, lo giuro! Un grande bacione a te

  3. Ti adoro!
    A Pasqua ho vinto un uovo alla lotteria: 10 kg di cioccolato..al latte! Aiuto, un incubo, ci ho fatto dei cioccolatini, qualche torta ricalibrando lo zucchero, ma ci sono ancora 8 kg li che mi guardano.
    Grazie, farò tesoro di questa bontà!

    1. Ammappate 10 chili di cioccolato sono una cosa quasi oscena… ;) Ho fatto i conti e a colpi di 150 g ne devi preparare 53 di cake così! Congelalo, e un po’ alla volta lo smaltisci. Grazie a te

  4. Ciao Marina, mi era già tanto piaciuta la torta di riso per smaltire il riso dalla dispensa, riconferma questo mio “piacere” anche la cake riciclosa! Mi stra-piace questo Tuo approccio al riciclo, lo condivido in pieno.
    Buon inizio settimana
    L-P-D-A

    1. Lo spreco non fa per me, sono cresciuta con questa “tara”… anche nel piatto non deve restare niente pena sensi di colpa a gogo! ;D

  5. Oddìo tesoro, buongiorno!
    E’ davvero un buongiorno…
    Bello trovarmi qui oggi che forse non ce la faccio ad essere da me.
    Le parole, e le foto… le foto!!!!
    :*

    1. Ma vedi che mi fai sempre dei regali… io queste foto qui non le ho amate molto ( a differenza della torta che invece è una forza!) eppure arrivi tu che sei così brava e speciale e mi fai i complimenti e io arrossisco di piacere :)
      Mille baci

  6. A dire il vero mia mamma sto anno ne ha vinti ben due per un totale di 9 kg di cioccolata fondente, ovviamente senza contare tutte le uova che ha ricevuto il piccolo….
    Anch’io ho già iniziato a riciclarle, ma non so come riciclare quelle Kinder!!!!
    Bella la tua proposta!!!

  7. Che io di cioccolato ci capisca poco è evidente, perchè a me piace quello al latte, meno “forte” e intenso del fondente… :-) Non ho mai divorato uova di Pasqua ma le smaltirei proprio così, plasmandole in una torta con il buco che renda migliori i risvegli, le merende e anche il dopo cena! (se ci arriva…)
    ps: la mia passione sfrenata per il sale di ogni tipo mi ha portata ad avere sempre in dispensa il sale di Cervia, che ora è accanto alla bustina di fleur de sel bretone, guarda caso… :-)

  8. Guarda, io gastrofighetto lo sono poco e non disdegno nemmeno la cioccolata al latte!
    Mi accontenterei anche della cioccolata così, al naturale. Ma non farei sforzi eccessivi per avere una fetta almeno di questo cake! Buon ponte e buon lavoro.

    Fabio

  9. Io ho entrambi i cioccolati da smaltire 1 kg al latte e 9 kg al fondente, hai letto bene. Mia mamma ha vinto un uovo di 6 kg più altri 3 che avevamo in casa…. Direi perfetta per smaltire entrambi i tipi no? Baci e buona settimana corta!

  10. In casa mia il cioccolato al latte ha vita breve.. io non lo snobbo, ma non lo amo, ma c’è QUALCUNO che ne mangerebbe un paio di chili in un paio di giorni (o forse l’ha fatto, senza che io lo sapessi).
    Però un bel cake al cioccolato ci starebbe proprio ..

    Bacioni (e buon lavoro)

    Giulia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.