Ciambella latte e Zibibbo

Ho compilato una lunga lista di “ricette desiderio”, non credo che riuscirò a prepararle tutte, se ne farò la metà sarà già un successo ma avevo bisogno di riappropriarmi del mio spazio e della mia voglia di cucinare senza pensieri. Come sempre succede, riallineo la mia vita partendo da un dolce semplice.

Il ciambellone della domenica, potremmo chiamarlo così, profuma di vino dolce e latte e ha il sapore zuccherino dell’uvetta. Dentro l’impasto non ne ho messa tanta solo qua e là se ne incontra la morbidezza, un piccolo regalo nel regalo.
I piaceri che solo la cucina sa regalare sono proprio questi, un chicco d’uvetta disperso nella ciambella latte e Zibibbo mangiata con calma a colazione, seduti al tavolo insieme, ancora stropicciati dalla notte. Che lusso enorme avere del tempo da condividere senza preoccuparsi di appuntamenti o lavori da fare… questo fine settimana è trascorso esattamente così.

Mancavo da un po’ tra queste pagine e questo fine settimana mi ha aiutato a pianificare un pochino il rientro, non sarò mai uguale a prima perchè le cose cambiano e si evolvono ma voglio tornare in possesso di un po’ de la tarte maison a cui tanto devo. Lo faccio alla mia maniera, senza troppo clamore ma cercando tra le sue pagine la giusta ispirazione e lasciando a chi continua a leggere e scegliere le sue ricette tra queste pagine.

Ciambella latte e Zibibbo

500 g di farina 00
150 g di burro
3 uova
200 g di zucchero Demerara
1 bustina di lievito per dolci
1 bicchierino da liquore di Zibibbo
200 ml di latte intero
60 g di uvetta sultanina
sale q.b.

Setacciate la farina con il lievito e un pizzico di sale. Tenete da parte un cucchiaio di farina.
Dividete i tuorli dagli albumi.
Fate rinvenire l’uvetta in un po’ di acqua calda.
Con le fruste elettriche montate gli albumi a neve ferma e metteteli in frigorifero.
Lavorate a lungo i tuorli con lo zucchero e unite la farina setacciata poco a poco alternandola con il latte. Terminate aggiungendo lo Zibibbo e il burro morbido a fiocchetti.
Infarinate l’uvetta con la farina tenuta da parte.
Unite gli albumi all’impasto mescolando con attenzione e infine aggiungete l’uvetta infarinata.
Versate l’impasto nella tortiera per ciambella (da 28 cm) che avrete imburrato e infarinato. Infornate a 180 °C per 40/45 minuti.

You May Also Like

Torta dell’Antonietta

Torta Cyrano di Christophe Felder

Torta con farina d’avena e cioccolato

orta Ladina di grano saraceno

Torta ladina di grano saraceno

8 thoughts on “Ciambella latte e Zibibbo”

  1. Oh, Mari..
    Questa mattina ho proprio bisogno di te. o della Ross o della Gabi, o di Lauretta, ma anche di tutte voi assieme… Ho bisogno emotivamente di sentirmi coccolata, abbracciata, accarezzata sulla testa dolcemente… Sarà una mattinata un po’ particolare per me, sono giorni un po’ così veramente, e tu con questa ciambella sei quello di cui ho bisogno… la ciambella, la forma perfetta del mio desiderio di stamani… quella coccola affettuosa che mi serve….
    con lo zibibbo… il vino di nonno Orazio… ti adoro ancor di più per questo…

    Sono così felice che vuoi riaccomodarti qui, tra di noi e per noi, o per lo meno per me… perché ho ancora bisogno (tanto tanto in realtà) di venire qui, sedermi, leggerti, ascoltarti mentre spieghi una storia delle tue e poi… mettere le mani in pasta e cucinare una ricetta, delle tue… come, ad esempio, la ciambella pere e zenzero che ho fatto settimana scorsa per la mia mamma… <3
    Bentornata Mari del cuore…
    ovviamente, mi fiondo a cercar zibibbo e faccio la coccola tonda tonda… ok?
    Ti voglio bene amica mia..
    Buon lunedì..
    Manù

    1. Ehi tesoro! lo sai che qua ci sono sempre due braccia forti che possono stringerti, vero?
      Il mio numero ce l’hai, chiamami mi raccomando altrimenti ti chiamo io… ed è peggio :D

      Ho ancora un paio di fette di ciambella e potrebbero farci compagnia.
      Ti abbraccio fortissimo
      M.

  2. Ho provato questo dolce ma mi è venuto un pochino asciutto, forse il mio bicchierino di zibibbo non era sufficiente, il burro è solo per la tortiera?

    1. Ciao Livia, no il burro va messo nell’impasto ma nel procedimento ho dimenticato di aggiungerlo. Rimedio subito!
      Il dolce rimane asciutto ma non troppo, forse il tuo bicchierino è più piccolo del mio, magari raddoppia nel caso decidessi di rifarla.
      Grazie e a presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.