Guancia di manzo con carote

 

Buon lunedì a tutti. Iniziamo la settimana con un piatto che ha un aspetto invernale ma un sapore “per tutte le stagioni” ;-) Riuscire a trovare una guancia dai macellai non è cosa semplice, almeno non lo è stato per me. Ho dovuto ordinarla con anticipo ma, lasciatemelo dire, ne è valsa la pena assolutamente.  Una premessa è d’obbligo però: per apprezzare questo taglio è importante sapere che è ricco di tessuto connettivo, quella parte gelatinosa che sciogliendosi rende la carne morbidissima e carica di gusto ma che non a tutti piace… peccato per loro perché la guancia di manzo è un piatto delizioso.

Lo so la preparazione è un po’ lunga, anzi no, la preparazione è velocissima basta mezz’ora, la lunghezza della ricetta è dovuta alla cottura. Sì, perché per ottenere una guancia “fondente” questa deve cuocere per più di un’ora e mezza ma durante questo tempo si possono fare tante cose. Qualche esempio: 1) pulire la cucina, 2) riordinare gli armadi, 3) stirare, 4) se siete libere da incombenze casalinghe leggere quel libro che da settimane vi aspetta sul comodino… dando un’occhiata ogni mezz’ora alla carne che cuoce tranquilla.

L’abbinamento con le carote novelle è vincente, il gusto dolce della verdure si sposa con quello sapido della carne, le consistenze molto simili si fondono in bocca e il profumo dei chiodi di garofano da una nota esotica al piatto. Vi ho convinto? Spero proprio di sì…

Ancora buon inizio settimana!

Guancia di manzo con carote (per 2 persone)

1 guancia di manzo (circa 400 gr)

500 gr di carote novelle

2 cipolle novelle piccole

1 spicchio d’aglio

2 foglie grandi di salvia

2 chiodi di garofano

1 bicchiere di vino bianco

1 bicchiere di brodo vegetale

sale e pepe

Pulire e affettare finemente le cipolle e lo spicchio d’aglio. In una pentola con fondo spesso fare soffriggere in poco olio il trito di odori fino a quando la cipolla non diventa trasparente. Unire la guancia e rosolarla su tutti i lati dopodiché aggiungere le foglie di salvia, i chiodi di garofano, un pizzico di sale e un’abbondante grattata di pepe. Bagnare la carne con il bicchiere di vino bianco e fare sfumare.Una volta evaporato l’alcool chiudere con un coperchio. Nel frattempo pulire le carote e affettarle non troppo finemente. Aggiungere il bicchiere di brodo vegetale, le carote e continuare la cottura su fiamma bassa per un’ora e mezza o fino a quando la carne non risulterà morbidissima. Durante la cottura potrebbe rendersi necessario aggiungere un mestolo di acqua calda o brodo. Cuocere con coperchio. Una volta cotta servire la guancia tagliata a fette con un po’ di intingolo e carote.

You May Also Like

Arrosto di maiale con salsa alle amarene brusche

Girello di manzo al sale di Cervia di Giorgia Lagosti

Girello di manzo al sale di Giorgia Lagosti

Coniglio arrotolato o “galantinato”

Involtini di lonza con pancetta e salvia

19 thoughts on “Guancia di manzo con carote”

  1. Adoro la guancia (o guancialino, come lo si chiama qui), e penso sempre che proprio grazie a quanti non la mangiano, ce ne sia in più per noi!

  2. Ma dai? Vieni veramente a Forlimpopoli il 21? Oh mi raccomando vediamoci o cerchiamo di farlo. Ci sarà moltissima gente. Ciao..sono felicissima di questo

  3. Ho assaggiato una sola volta la guancia in un ristorante e ricordo che si scioglieva letteralmente in bocca. In effetti nbon sono mai riuscita a trovarla dal macellaio! UN vero peccato!! Complimenti per la bellissima ricetta!

  4. ciao Marina, sei davvero una maestra in cucina! (ma io sono una poetessa… guarda la rima)
    Non è da tutti cucinare la guancia; un piatto d'altri tempi caduto in disuso per la lunga cottura e per la perizia necessaria a rendere tenera e gustosa la carne.
    Sai che io non amo la carne (non mi darebbe fastidio il taglio in sé, ma la carne in generale mi attira poco) anche se sono convinta che gli estimatori troverebbero la tua davvero ottima. Per questa volta mi accontento delle carotine… posso?
    Un bacio e a presto

  5. Mi hai fatto ricordare Hannibal Lecter…. ma forse è meglio dare spiegazioni in privato… eh eh eh.
    E questo piatto è davvero interessante.
    Hai ragione sul fatto che nei lunghi tempi di attesa si potrebbero fare molte cose ma…. si usa apposta il condizionale….per dire che noi, prigioniere di una, più passioni sfrenate, quali la fotogafia, le ricette da provare, e il nostro amato blog, no vediamo l'ora di avere del tempo… o ce lo prendiamo sottraendolo ai 'doveri'.
    Almeno io parlo per me… in pieno senso di colpa.
    Sei bravissima.
    Grazie per i meravigliosi auguri.
    A presto
    Anna

  6. @meris: Forlimpopoli!!!
    @dessi: grazie per essere passata, a presto
    @Chiara: buona settimana a te!
    @Reb: mi piace questo sano egoismo! ;)
    @Patrizia: Provala è deliziosa, un abbraccio
    @Carolina: Un bacio e buon appetito
    @Ann: Felice di averti ispirata…
    @Franci: Buona settimana a te
    @Olga: grazie! passo subito da te
    @Fra: le cose che abbiamo in comune sono diverse ;) baci
    @Roxi: Grazie, sono felice che la ricetta ti piaccia, a presto
    @Fausta: ciao cara, puoi tranquillamente pescare solo le carotine, sono tutte tue! lo so che la carne non è un ingrediente che ami… bacio

  7. Ciao Marina è vero nemmeno io non riesco più ad entrare nel sito di Cavalletto chissà come mai?
    Speriamo che legga i nostri commenti e che ci dica qualcosa lei. Un abbraccio cara

  8. @Anna: ma quanta ragione hai… in effetti a scrivere quella parte del post è stata la mia coscenza che vorrebbe riportarmi sulla retta via! A presto
    PS: in effetti la guancia fa Hannibal the cannibal!
    @Tiziana: grazie della risposta, speriamo davvero che Debora ci legga in questi giorni… DEBORAAAA…
    @Sonia: ecco oggi qui da me non lo preparerei c'è una cappa di umidità che toglie il fiato! Però è così buono… un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.