Arrosto di maiale con salsa alle amarene brusche

Un arrosto di maiale, nulla di più semplice, che nasce dal desiderio di proporre una ricetta per Le conserve della Nonna che non fosse dolce. La carne di maiale, ho pensato, si sposa bene con la frutta cotta e la confettura di Amarene di Modena IGP viste raccogliere in occasione del tour a cui ho partecipato qualche settimana fa, mi è sembrata perfetta.
Solo frutta e zucchero grezzo, nient’altro. Anzi sì, un ciclo produttivo che si chiude in meno di una giornata di lavoro, anche a causa della delicatezza di questo piccolo frutto, in questo modo si riesce a mantenere intatto tutto il sapore.

Piccole meravigliose perle rosse che non sapevo venissero staccate con azione meccanica dalla pianta facendole cadere direttamente in una vasca piena d’acqua fredda  per non rovinarle e mantenerne tutta la freschezza. Uomini appassionati  come il dott. Levi, presidente del Consorzio Amarene IGP, ci hanno raccontato la produzione, la selezione dei frutti e il loro conferimento allo stabilimento di Ravarino dove i frutti diventano confettura.
In questo caso il processo di produzione della confettura prevedere il metodo della concentrazione: cottura ad alte temperature che, facendo evaporare l’acqua contenuta nella frutta, permettono di conservarne tutto il sapore oltre ad avere in questo modo un minor utilizzo di zucchero.

Ma questo arrosto alla fine era buono?! Perché questa è una domanda più che lecita.
A noi è piaciuto molto. La confettura di amarene non è spiccatamente dolce ed è anche un pochino astringente perfetta per accompagnare la carne di maiale e soprattutto un taglio che tende ad essere asciutto come la lonza. Se deisderate dargli una nuova veste senza esagerare, ecco questa ricetta è perfetta per voi!

Arrosto di maiale con scalogni e salsa alle amarene brusche

1 kg di lonza di maiale
30 g di burro
5-6 scalogni di Romagna IGP
Timo fresco
Olio extra vergine d’oliva
100 ml di Zibibbo
Sale
Pepe

Per la salsa:
4 cucchiai di confettura di Amarene brusche Le conserve della Nonna

(dosi per 4-6 persone)
Massaggiate con sale e pepe la lonza e legatela con spago da cucina. Scaldate il forno a 180 °C.
Pulite gli scalogni, tritatene un paio, gli altri lasciateli interi e fateli saltare in una casseruola insieme al burro. Una volta che saranno trasparenti unite il timo e fate rosolare uniformemente la lonza girandola con due cucchiai di legno per non forarla e far fuoriuscire i succhi. Trasferitela in una pirofila insieme al fondo di cottura (tenete da parte un paio di scalogni), aggiungete un paio di cucchiai di olio e lo Zibibbo. Infornate e cuocete per 40/45 minuti, irrorando la carne ogni tanto con il fondo di cottura.

Nel frattempo, nella casseruola in cui è stata rosolata la lonza unite un ricciolo di burro, due cucchiai di acqua, la confettura di amarene e gli scalogni che avrete tenuto da parte. Fate scaldare a fuoco vivace per un paio di minuti e poi passate al setaccio la salsa.

Sfornate, fate intiepidire e tagliate a fette. Servite insieme agli scalogni del fondo di cottura e con la salsa di amarene in accompagnamento.

You May Also Like

Girello di manzo al sale di Cervia di Giorgia Lagosti

Girello di manzo al sale di Giorgia Lagosti

Coniglio arrotolato o “galantinato”

Involtini di lonza con pancetta e salvia

Salsiccia e olive fresche, ricette d’autunno

1 thought on “Arrosto di maiale con salsa alle amarene brusche”

  1. Ecco vedi….io ti AMO per questo motivo… mo’ devo vedere di trovarla da,me questa confettura qui, perché quassù dei prodotti di “le conserve della nonna” ci sono i classici .. però magari faccio un giro ad una coop più grande…
    Che figata Mari…la prossima volta mi ci porti? <3
    Manù..
    Ps: ovviamente questa la piazzo tra le ricette da fare con lonza di babbo… Ehehe…
    Oggi c'è il soleeeee!
    Ciau meraviglia..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.