Zuppa d’orzo e champignons

Zuppa con orzo1

Durante l’ultima vacanza a Parigi prima di riprendere l’aereo e rientrare siamo andati a farci un ultimo giro a Saint Germain des Prés. In una piccola libreria all’angolo fra due strade ho trovato questo libro e me ne sono innamorata all’istante. Ricette invernali, ricche e semplici allo stesso tempo.

La ricetta di questa zuppa saporita viene da lì, prevedeva un osso di prosciutto come principale “insaporitore” che, data l’irreperibilità, ho sostituito con delle fette di gambuccio, la parte finale di un prosciutto piuttosto stagionato. Da rifare ogni volta che fuori è brutto tempo e il desiderio più grande è quello di sdraiarsi sul divano avvolti in una calda coperta di lana: questa minestra sarà il vostro comfort food. Assicurato!

Zuppa d’orzo e champignons

  • 100 g di orzo perlato
  • 100 g di funghi champignons
  • 1 carota media
  • 1 cipolla piccola
  • 1 foglia di alloro
  • 2 rametti di timo
  • 3 fette di gambuccio di prosciutto (circa 50 g)
  • vino bianco q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • peperoncino q.b.
  • olio evo q.b.

Per 2 persone – Affettare finemente la cipolla, il prosciutto e i funghi. Scaldare un po’ di olio in una pentola capiente, aggiungere la cipolla, il prosciutto e i funghi precedentemente affettati. Lasciare stufare per alcuni minuti, a fuoco basso, la cipolla si dovrà imbrunire e anche i funghi. Aggiungere la carota tagliata a pezzetti, la foglia di alloro, l’aglio, il timo e infine l’orzo. Alzare il fuoco e sfumare con un po’ di vino bianco, una volta evaporato aggiungere circa 800 ml di acqua bollente. Lasciare cuocere per 30 minuti circa senza coperchio. A fine cottura eliminare l’alloro, aggiustare di sale e, se piace, aggiungere un pizzico di peperoncino.

You May Also Like

Zuppa al latte di cocco e lenticchie

Minestra di pane umbra

La minestra del paradiso

Minestra di borragine

19 thoughts on “Zuppa d’orzo e champignons”

  1. Non ci crederai ma non ho mai fatto la zuppa d’orzo. Questa ricettina e tazzina mi invita a provarla al più presto visto che il freddo regna ancora bene da queste parti. E mi hai fatto venire ancora voglia di Francia ;-)
    Un bacione Marina e buon inizio sett!

  2. Che la foto è uno spettacolo te l’ho già scritto su fb…La zuppa deve essere proprio buona e in efeftti d’inverno le zuppe sono proprio confotevoli e ti scaldano!

    1. E’ una zuppa semplice, basta avere gli ingredienti in casa e viene da sè ma è di un buono… Grazie Robi, le tue parole mi riempiono sempre di felicità :) un abbraccio grande anche a te

  3. no, davvero, questa foto ha tutto, ha tutto quello che io amo: il caldo, i colori diversi tra loro ma che si richiamano, ha la texture e i riflessi al tempo stesso, ha il soffice e il ruvido. questa foto è per me una summa, coinvolgente e magnetica, ha l’anima pur essendo perfetta. ed è una cosa rarissima!

  4. Ohhhh…..mi vedi? E’ già al quinta volta che ritorno alla foto e vengo avvolta dalla morbidezza di quello sciallettino blu cielo profondo. E mi vedo seduta su una poltroncina, con lo scialletto sulle spalle ed entrambe le mani che portano la zuppetta vicino al viso aspirando il meraviglioso aroma che sicuramente si diffonde. Una foto, sola, e dice tutto.
    Troppo brava Mari, un gioia passare di qui.
    Baci grandi, Pat

  5. Adoro le zuppe di orzo e farro e spesso mi è capitata di farla piuttosto ricca con salsiccia, porri e funghi porcini…ma questa che proponi fa onore alle zuppe. Poi la fotografia è SUBLIME!!!!
    La adoro…

  6. Sembra sia in arrivo la neve anche dalle nostre parti, cara Marina, quindi questa zuppa d’orzo è perfetta!
    Faccio finta di non aver visto la red velvet cake perchè in questo periodo non mangio dolci :/
    Le tue fotografie son così belle che persino un piatto di spinaci lessati diventerebbero allettanti!
    Chapeau!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.