Torta di compleanno al cioccolato

Ho già detto  che amo cucinare per le persone a cui voglio bene. E’ un  modo per dimostrargli il mio affetto, per far loro una carezza e poi perché loro sapranno perdonare l’eventuale errore: troppo salato, troppo duro oppure troppo morbido, cose così insomma. Però quando un’amica mi chiede di preparare un dolce, magari per il compleanno della figlia, la primissima sensazione è quella di panico: piacerà, non piacerà… poi quel poco di sale in zucca che mi ritrovo mi fa ragionare e superare l’attimo di paura. Sondo il terreno con poche e semplici domande che mi aiutino a trovare la giusta combinazione, ed ecco che il desiderio di preparare qualcosa di buono e “festoso” mi assale.

Per questa torta ho chiesto consiglio ad un’amica foodblogger competente in materia, mamma di una ragazzina più o meno della stessa età della mia festeggiata. Grazie all’aiuto di Patty sono uscita dal tunnel del dubbio ed ho realizzato questa torta al cioccolato con frosting e copertura al cioccolato basandomi su questo dolce preparato da lei.

Proprio perché era destinata alla festa non ho foto delle fette ma, con un po’ di fantasia, posso provare a farvele immaginare: tre strati di base al cacao, scura e compatta, alternati da un frosting candido e morbido il tutto rivestito da una ganache al cioccolato fondente… Che dite sarà piaciuta?! : )

Torta di compleanno al cioccolato

Per la base: (teglia da 26 cm da tagliare in 3 strati)
– 375 gr di farina 00
– 4 uova grandi
– 125 gr di cacao amaro
– 500 ml di acqua
– 500 gr di zucchero semolato
– 250 gr di burro
– 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
– 2 cucchiaini setacciati di bicarbonato
– 1/2 cucchiaino di lievito

Fare bollire l’acqua quindi versarla in una ciotola dove avrete messo il cacao setacciato e mescolare bene per sciogliere il cacao e lasciate raffreddare il composto. Mettere nella planetaria il burro ammorbidito, lo zucchero e le uova con l’estratto di vaniglia, e mescolate con la foglia a velocità media per almeno 5 minuti, in modo da ottenere un composto soffice e bianco. Diminuire la velocità ed aggiungere la metà della farina setacciata con il bicarbonato ed il lievito, mescolare, quindi aggiungere il composto liquido di cacao, e una volta incorporato aggiungete l’ultima parte di farina.

Versare il composto nello stampo prescelto, possibilmente a cerniera rivestito di carta da forno, e fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per 55 minuti. Fare sempre la prova stecchino. Togliere la torta dal forno, fare raffreddare e sformare. Lasciare riposare tutta la notte prima di tagliarla in modo che si assesti.

La torta resta bella umida ed ha una alveolata fitta ma irregolare. Si può farcire senza bagna. (Io però ho fatto uno sciroppo con acqua, zucchero e due cucchiai di rhum).

Per la farcia:
– 300 ml di panna fresca
– 250 gr di mascarpone
– 250 gr di Philadelphia
– 100 gr di zucchero a velo
– i semi di una bacca di vaniglia (io non li ho messi)

Mescolare il mascarpone con il formaggio fresco e 50 gr di zucchero a velo fino ad ottenere un composto molto omogeneo e liscio. Montare la panna a neve ferma, aggiungendo lo zucchero. Unire in una ciotola capiente, la panna al composto cremoso, facendo molta attenzione a non smontare il tutto, usando una spatola di silicone. Una volta pronto, lasciare riposare il composto nel frigorifero almeno un’ora.
Tagliare la torta a strati, inumidire il primo strato con un po’ della bagna preparata in precedenza  e cospargere con un generoso strato di ripieno.  Sovrapponete gli strati e lasciare riposare in frigo almeno un’ora prima di decorarla.

Per la finitura:
– 400 gr di cioccolato fondente
– 250 gr di panna fresca
– 50 gr di marmellata di albicocche

Preparare la ganache al cioccolato fondente: tritare grossolanamente il cioccolato, metterlo in una ciotola, portare a fremere la panna, che dovrà poi essere versata nella ciotola del cioccolato. Lasciare riposare qualche istante poi mescolare con un cucchiaio evitando di incorporare aria.
Mentre si aspetta che la ganache si raffreddi, fare scaldare la marmellata in un pentolino e setacciatela. Con la gelatina ottenuta, spennellare bene tutta la superficie della torta (questo impedirà alla base si “succhiarsi” la vostra ganache).
Mettere la ganache nel congelatore per un paio di minuti e farla raffreddare bene, quindi montarla e con questo composto spumoso, spatolare la torta sui lati, cercando di lisciare la superficie.

Inserire la restante ganache in un sac a poche con bocchetta a stella con le punte ricurve verso l’interno (io non l’avevo ed ho usato quello con le punte dritte… si vede!) e creare delle rose sulla superficie come si vede in questo tutorial. Decorare con degli zuccherini argentati. Tenere in frigo per un paio d’ore prima di servirla. (dosi per 12 persone)

You May Also Like

Torta yogurt e cacao

Torta yogurt, cacao e caffè

Tiramisù ricotta

Tiramisù alla ricotta (con savoiardi fatti in casa)

Granita cioccolato panna

Granita al cioccolato con panna

Torta alle albicocche

28 thoughts on “Torta di compleanno al cioccolato”

  1. Credo che la festeggiata sia stata più che soddisfatta… la vorrei anch’io questa torta per il mio compleanno… peccato debba aspettare fino alla fine dell’anno…. però ho il compleanno del mio piccolino che compie gli anni (3) il prossimo mese… che dici ci provo?
    La tua la trovo semplicemente perfetta!!!!!!!!!!!!!!!!!
    baci

  2. è meravigliosa…io, pasticciona come sono ho paura a cimentarmi in queste cose così belle e complicate…
    Complimenti ed auguroni alla tua ragazza!

  3. La mia fantasia ha già “fotografato” le fette e immaginato il sapore, immedesimandosi nella festeggiata: sono certa che la tua bellissima torta l’ha resa felice :D
    Le roselline sono fantastiche e alla prima occasione le proverò :)

  4. Allora, facciamo così: fra 8 giorni è il mio compleanno e tu vieni da me con questa torta, ci stai? :P
    Scherzi a parte, è bellissima!! :)
    Un bacione

  5. Posso prenotare la torta per il mio compleanno?! Non ho l’età della giovinetta ma andrebbe benissimo anche a me…
    e poi ti confesso: evviva una torta senza pasta di zucchero, non se ne può più!!
    brava brava brava e anche la tua mentore.

  6. E’ ancora più bella di come avevo immaginato l’avresti fatta. Conosco la base è so che piace ai ragazzi perché l’ho già sperimentata svariate volte e giusto le briciole sono rimaste, ma abbinarla come hai fatto tu al frosting con il mascarpone, non ci avevo ancora pensato, e devo dire che il tutto dark con questa linea delicata di rose soffici e cremose, mi piace tantissimo.
    Poi c’è sempre il tuo tocco gentile che rende ogni cosa bella a prescindere.
    Ti abbraccio forte, Pat

  7. il frosting è meraviglioso, di quelli che invitano il dito, se ne vedono di pesanti alla vista ultimamente, questo invece è cremoso al solo guardarlo…questa torta è uno spettacolo

  8. Marina, tu e Patty siet entrambe estremamente brave!
    la ganache con quella marmellata mi ricordo vagamente la bontà della sacher:-)
    Quanto alle roselline, appena ho visto la foto speravo che spiegassi come le hai fatte, poi clicco su tutorial e.. mi si apre un mondo. Sai che ho sempre pensato che fosse troppo difficile e non mi ero mai applicata? In pratica bisogna far arrotolare attorno (anzicchè sul top come per i comuni frosting), davvero, talvolta le cose più belle sono anche semplici. grazie Marina! un abbraccio grande grande!

  9. Semplicemente favolosa!! Sarà stata stra-felice la festeggiata con una torta così bella… mo vado a vedermi il tutorial, connessione permettendo, stasera ho internet di un lento:(… un abbraccio

  10. Ciao, l’ho fatta per il compleanno del mio ragazzo, stasera. Ho avuto qualche difficoltà, intanto non mi si cuoceva mai e rimaneva sempre liquida al centro, tanto che sono arrivata a quasi due ore di forno, poi la mia prima esperienza di decorazione è stata abbastanza difficoltosa, non avevo probabilmente gli strumenti adatti.
    In ogni caso è molto buona, suggerisco comunque di diminuire le dosi di un terzo, che così, con queste dosi, ci mangiano tranquillamente dodici persone e ne avanza pure ;-) g

    1. Ciao Loredana, intanto grazie per esserti affidata ad una mia torta per un dolce così speciale :)
      Per la cottura l’unico dubbio che ho è riferito allo stampo: ne hai usato uno da 26 cm? Se sì mi sembra strano ci abbia messo il doppio del tempo a cuocere… 5/10 minuti di differenza ci possono stare (dipende dai forni e dalle dispersioni che ogni forno può avere) ma un’ora in più è davvero tanto.
      Per la decorazione non preoccuparti, anche la mia non era perfetta anzi, se guardi la superficie delle rose era un po’ crepata e il fiocco intorno serve anche a mascherare inesattezze… e per le porzioni ho dimenticato di dire che era per 12/15 bambini, era la torta del compleanno della figlia di un’amica. Adesso l’aggiunto, grazie ancor e a presto, Marina

  11. Ne avevo usato uno da 28 cm, e ho tenuto una temperatura di credo 175 gradi (il mio forno, un whirlpool, ha delle manopole molto eleganti ma non si capisce niente di quanti gradi stai mettendo, gli costava troppo fare delle tacche!) per fuori pareva cotta, anche direi bruciacchiata, dentro era liquida. Considerata la notevole farcitura, che alza ancora di più la torta portandola a direi 12 cm finiti, direi che ridurre le dosi di un terzo sia la strada giusta.
    Ho sbagliato anche a bagnarla poco, insomma tutti gli errori di procedimento sono colpa mia. Ma la prossima mi verrà meglio, ne sono sicura!

  12. Ho scoperto per caso questo meraviglioso blog! La cosa che mi ha rapito è stata la grande raffinatezza nel presentare ogni piatto E quando un piatto è bello, pulito e curato in ogni dettaglio è buono il doppio!
    Non ho potuto fare a meno di provare questa torta per il compleanno di un’amica, che dire…. un successo! Peccato solo che la ganache era un po’ dura, forse dovevo tenerla fuori dal frigo prima di servirla.
    Complimenti per le ricette, sicuramente ne ruberò altre;-)

  13. Grazie Valeria, sono felice che la torta sia riuscita bene e per la ganache mi dispiace fosse dura, in effetti avendo preparato la torta in maggio non mi ero posta il problema ;)
    Torna e “ruba” tutto quello che vuoi da questo blog, ne sarò contenta!

  14. Ciao! Volevo provare a farla proprio questa settimana..una domanda..la base può essere fatta il giorno prima come il pan di spagna? Grazie e complimenti..bellissima!!!

    1. Ciao Elena, scusa il ritardo!
      Sì puoi farla il giorno prima, tagliala poco prima di farcirla così non si asciuga troppo.

      Spero di essere arrivata in tempo ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.