Torta latte e miele

Torta latte e miele

Confermare le aspettative delle persone non è mai facile.
Che sia uno sconosciuto o un amico poco importa, vedere riflessi negli occhi di chi hai davanti tutte le attese che hanno nei tuoi confronti destabilizza. Almeno me. Per questo da piccola pur desiderando tantissimo praticare la danza non ho mai chiesto ai miei genitori di iscrivermi a un corso. E se poi non rispondevo alle loro aspettative!?
Da grandi, volenti o nolenti, si devono fare i conti con queste ansie che ti prendono quando si viene messi a dover dare prova di sè. L’ho imparato vent’anni fa muovendo i primi passi in quello che poi sarebbe diventato un lavoro, lo sto imparando qua, nel mondo del food, dove le porte si aprono e vanno attraversate senza titubare. Personalmente però non riesco a fare il vuoto intorno a me e, per darmi forza, cerco ispirazione ed esempio nelle amiche e amici professionisti che mi circondano. Per mia fortuna ho tanti esempi che mi aiutano a tenere lo sguardo alto e tra di loro c’è di sicuro Rossella, aka Vaniglia, che in questi anni ha saputo trovare la sua strada, non senza difficoltà, mostrandomi però come la tenacia, lo studio e l’amore per quello che si fa possano aiutare a superare anche momenti di scoraggiamento.

La ricetta di questa torta è presa dall’ultimo libro fotografato e curato da Rossella insieme a Gabila, altro asso nella manica della sottoscritta. Il libro si intitola Free, dolci senza e come si intuisce riporta ricette senza glutine, latticini, uova o zucchero. Non è una cucina facile quella del senza, non è neanche una cucina per tutti, devo ammetterlo. Un dolce meno dolce, con ingredienti che non sono nella dispensa di qualsiasi cucina, un dolce che si sfarina un po’ di più può risultare difficile e deludente per chi non si cimenta spesso con le proprie abilità culinarie. Ci vuole un po’ di esperienza e di costanza, il palato si deve abituare ma quando tutto si combina nel giusto modo ecco che la sorpresa prende il sopravvento. Questa torta è delicata, farinosa, perfetta per la colazione o per un té. Il giorno dopo è un po’ più asciutta ma basta spalmarci sopra un velo di confettura di pesche e la colazione si colora di oro e di gusto.

Free-Dolci-senza

Free_Dolci senza.pdf

Questo è solo un piccolissimo assaggio di quello che potrete trovare dentro a questo libro. Oltre a splendide foto anche tanto ricette, da quelle “base” a quelle più complesse ma sempre assolutamente fattibili se amate preparare dolci come la sottoscritta :) Viene voglia di provarle tutte, ognuna ha il suo personale fascino, dai biscotti alle torte a strati, dai dolci al cucchiaio ai grandi classici, tutti sono un’autentica scoperta perchè diversi dal solito.

Vi lascio qui sotto la ricetta della torta Latte e Miele, con un nome così non poteva non colpirmi al cuore.

Torta latte e miele

Torta latte e miele

180 g di farina di mais tipo fioretto
180 g di farina di riso
80 g di farina di tapioca
8 g di lievito per dolci
2 uova
120 g di latte di miglio (io di mandorle)
70 g di miele d’acacia + un po’ per la glassatura
50 g di olio di riso
1 limone non trattato

Mescolate le farine insieme al lievito e alla buccia di limone grattugiata.
In una ciotola mescolate olio e latte, tenete da parte.
Montate i tuorli con il miele, quando il composto sarà chiaro e spumoso aggiungete a filo la parte liquida e poi mescolando con una spatola unite le farine in due o tre riprese.
Montate a neve gli albumi e uniteli delicatamente al composto. Trasferite tutto in una tortiera da 20 centimetri rivestita di carta forno.
Infornate la torta a 180 °C per circa 30 minuti. Sformatela e quando è ancora tiepida glassate con il miele.

You May Also Like

Torta Cyrano di Christophe Felder

Torta con farina d’avena e cioccolato

orta Ladina di grano saraceno

Torta ladina di grano saraceno

Madeira Cake al cacao

2 thoughts on “Torta latte e miele”

  1. Mari…
    Oddio che razza di dolcezza sei…
    Hai ragione, sai? su tutto… sulle aspettative, sull’ansia che ti prende, sulla paura che tende a frenarti e a rallentare quella spinta che in realtà vorrebbe farti provare ed osare.. Tu sei meravigliosa e, nonostante non ti abbia mai vista ai fornelli, secondo me sei pure forte lì..
    Hai ragione quando dici che la cucina “free” è difficile, perché non puoi togliere quello, usare quell’altro “al posto di .. ” . NO! NON SI PUO’… e quindi l’assistenza qui è d’obbligo; sai mia sorella che è sempre in fissa con le uova ed il latte fa tutte le cose senza, ma le fa così, a ciancio e le vengono sempre delle ciofeche (lo dice pure il moroso), io invece cerco in giro, vado dalla Gabi o dalla Ross, perché le loro ricette “senza” sono calibrate bene.. poi magari metto meno zucchero perché io non amo l dolce e anche se è poco dolce, per me è sempre eccessivo… però … La cosa bella di loro due (Gabi e Ross) è che non usano ingredienti astrofisici, la maggior parte delle volte almeno, perché ce ne sono di blog-ricette senza nulla di normale ma con tanto di a-normale, che tu dici “senti ma a sto punto non la faccio se devo comprarmi la farina di polvere di stelle e non so che altro” … ve?
    Comunque sta tortina qua mi piace tanto e sicuro piacerà anche a mamma.. lo so già… quindi domani o mercoledì si fa!
    ieri ho già sfornato una torta di mele e una integrale con le arance sopra (rivisitazione della “torta integrale alle fragole della Gabi!” .. data l’assenza delle fragole e la presenza di arance e mandarini arrivati dritti dritti da
    produttore siculo direi che ho azzeccato!)
    bene.. credo d aver detto abbastanza scemenze.. ora vedo di combinare qualcosa di buono..
    un bacino
    Manu

    1. Alla “farina di polvere di stelle” ero piegata :D
      Se a mamma piace la farina di mais è perfetta per lei… vedrai, e la ricetta è una garanzia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.