Risotto zucca e salsiccia

È stato un fine settimana all’insegna della serenità e della lentezza.  Ho iniziato sabato mattina cucinando il risotto con zucca e salsiccia che ho preparato in totale tranquillità, perseguendo l’obiettivo di rilassarmi, dedicarmi del tempo e cucinare.
La zucca non è sicuramente tra i miei ortaggi preferiti, non mi piace la consistenza “granulosa” che assume una volta cotta, ma ne amo il sapore dolce e delicato che la rende super versatile. Ho ovviato a questo personalissimo inconveniente riducendola in purea, in questo modo la posso inserire nei miei piatti e godermela in tutta la sua bontà.

Il risotto è un comfort food assolutamente autunnale e quello con la zucca è un grande classico. La variante saporita vede come “attrice non protagonista” la salsiccia, quella buona e un po’ grassa.
Venerdì sera, mentre stavamo andando a cena fuori, ho fatto fermare il marito dal macellaio di Roncofreddo, quello che mi spaccia i suoi würstel home made e che prepara il prosciutto cotto secondo la sua ricetta (che è divina!). Gli ho chiesto un po’ di impasto di salsiccia per fare il risotto e quello con cui sono tornata a casa era l’impasto per le salsicce che preparavamo a casa dei nonni quando si lavorava il maiale in gennaio. Profumato, intenso e grasso. Sì, grasso perché la salsiccia vera è grassa e a volte me ne dimentico abituata come sono a quella che si trova al supermercato che ha un sempre lo stesso sapore, un po’ neutro.

Quando dico che ero intenzionata a cucinare con calma, con l’obiettivo di mangiare bene non scherzavo. A chiudere il cerchio degli ingredienti buoni e a regola d’arte ho usato il riso varietà Carnaroli più buono mai provato. Si tratta di quello prodotto nella riserva San Massimo, che ha tenuto la cottura in maniera perfetta (e chi ama fotografare i suoi piatti sa quanto sia veloce il passaggio da un risotto buono e cremoso a un risotto compatto e colloso). E questo è stato il mio sabato mattina, fra i fornelli, le chiacchiere con le amiche al telefono e gli scatti appena prima di andare in tavola. Domenica ho continuato a cucinare ma sarà l’occasione per raccontarvi un’altra ricetta…

Risotto zucca e salsiccia

160 g di riso Carnaroli
200 g di zucca, al netto degli scarti
100 g di salsiccia fresca
700 ml di brodo di verdura
1 cucchiaio di cipolla tritata finemente
Parmigiano Reggiano grattugiato q.b.
olio evo
sale
pepe

(Per 2 persone)
Tagliate la zucca a cubetti, sistematela in una teglia rivestita di carta da forno e conditela con sale, pepe e olio. Infornate a 200 °C per 20-25 minuti circa.
Con l’aiuto di un frullatore a immersione frullate la zucca, aggiungendo un mestolo di brodo, tenete la crema così ottenuta da parte e iniziate a preparare il risotto.
In una padella sbriciolate la salsiccia e cuocete per qualche minuto per sgrassarla. Trasferite in un piatto e tenete da parte.
In una casseruola fate soffriggere la cipolla nell’olio, quando sarà morbida e trasparente tostateci il riso e aggiungete il brodo poco alla volta, mescolando. A metà cottura aggiungete la crema di zucca e la salsiccia e continuate la cottura.
Quando il risotto sarà pronto aggiungete l’ultimo mestolo di brodo e spegnete la fiamma. Mescolando, aggiungete il Parmigiano e lasciate riposare un paio di minuti coperto prima di servire.
Decorate con una grattugiata di pepe nero e un po’ di Parmigiano.

You May Also Like

Insalata di farro

Insalata di farro al pesto rosso e ceci

Risotto cavolo nero e salsiccia

Risotto topinambur e salsiccia

Cozze al forno e risotto agli scampi per Palagiaccio

5 thoughts on “Risotto zucca e salsiccia”

  1. Io la conosco quella salsiccia lì..quell’impasto lì ..quando mio papà a Gennaio “concia” il suo di maiale, quello che poi andrà a “sfamarci” fino l’anno successivo inserire l’impasto della salsiccia nell’attrezzo per poi farla entrare nel budello è l’unica cosa che so fare….
    Anche io non amo la zucca, o meglio non la amo tutta…Ci sono varietà che adoro tipo la mantovana o la delica, che hanno una consistenza compatta e soda (eccola là) non troppo acquosa e che quindi tengono la cottura benissimo, le faccio al forno direttamente con la buccia, condite con rosmarino e salvia…le taglio a fette spesse e porca miseria Mari potrei mangiarne una teglia intera…perchè è veramente buona…
    La Riserva San Massimo la conosco,cacchio…eh sì che è un fior fior di riso… mi sa che mi tocca fare una spedizioncella perchè mamma adora il riso, nel suo sangue scorre un po’ di Lombardia, dato che c’è vissuta per i primi 7 anni della sua vita e se non fosse stato per problemi di salute del fratellino, forse ci sarebbe pure rimasta (chissà che sarebbe successo)..
    Comunque..questo me lo tengo per quando babbo concia e riporta la salsiccia fresca..
    Quanto vorrei esser stata lì…miseriacca..
    Ieri qui nella mia solitudine (eravamo io e la belvetta canina pestifera) ce la siamo spassata a suon di crostata, ciambella per pranzo di madre e biscotti per la sottoscritta..unendo un cake pensa un po’ zucca e cioccolato della Ross, che lei aveva realizzato in formato piccolino io… stampo giga…
    Grazie mille..
    Oggi il tuo risotto così solare mette proprio di buon umore..
    Un bacione
    Manù.

    1. Sì Manù, è proprio quella salsiccia lì… quella che profuma di spezie e con una grana grossolana.
      Il riso è davvero buonissimo, l’avevo assaggiato in un ristorante ma non avevo mai avuto l’occasione di comprarlo qui a Rimini e poi TAC, lo trovo nel piccolo bistrot che ha aperto un’amica e non me lo farò mai più scappare. Sarà un inverno risottaro ;)
      Un bacione stella bella!

      1. aaaaaaahhhh mo’ me devi da le dritte di sto bistrot, che madre scende a Rimini pure oggi….e ce faccio fare un giretto una volta… o magari ce vengo pure io..
        che figata.. il bistrot…
        Buona Giornata….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.