Guinness cake con frosting al philadelphia

Frosting al formaggio e panna (per la Guinness Cake)

Guinness cake con frosting al philadelphia

La Guinness Cake è stata un mio cavallo di battaglia per diverso tempo. Poi, un po’ come succede a me con un vestito nuovo che lo si mette ad ogni occasione per una stagione per poi lasciarlo in fondo all’armadio in quella successiva, me la sono dimenticata.
Quando però i vestiti, come le torte, sono di qualità ecco che si possono tirare fuori e con l’accessorio giusto tornare a farci sentire bene. Ed è andata esattamente così anche con la Guinness Cake, ho cambiato la copertura virando su quella classica ed ecco che il dolce si è trasformato diventando più goloso.

La ricetta della torta è già presente su questo blog dal 2013, a coprire la superficie di quella versione c’era la panna montata. In questo caso invece sono andata sul classico: un frosting al formaggio e panna montata e una scusa per pubblicare nuove foto dedicate alla torta che più di tutte sorprende le persone al pensiero che sia fatta con della birra.

Guinness cake con frosting

Guinness Cake con frosting al formaggio e panna

300 g di formaggio fresco spalmabile (Philadelphia)
125 g di zucchero a velo
200 ml di panna fresca
1 cucchiaio di estratto di vaniglia

Dedicatevi alla torta seguendo gli ingredienti e il procedimento che trovate in questo articolo: Guinness Cake.

Montate in una ciotola il formaggio con lo zucchero a velo e la vaniglia.
A parte montate la panna e unitela delicatamente alla crema di formaggio fino ad amalgamarli in modo uniforme.
Conservate il forsting in frigorifero fino al momento di utilizzarlo.

You May Also Like

Torta ricotta e mirtilli

Torta alla ricotta e ai mirtilli

Muffin cioccolato, mandorle e susine

Muffins cioccolato, mandorle e susine

Crostata fragole e nocciole

Crostata fragole e nocciole

Porcospino dolce romagnolo

Porcospino, dolce di Romagna

2 thoughts on “Frosting al formaggio e panna (per la Guinness Cake)”

  1. Sono esattamente come te :-) le novità ben riuscite le ripropongo spesso con magari qualche variante e poi, dopo un po’, finiscono nel dimenticatoio per poi tornare alla ribalta perché, se agli inizi avevano avuto un gran successo, un motivo ci sarà! ;-)
    Questa Guinness Cake è davvero golosa così alta e soffice. Non l’ ho mai provata. Toccherà cimentarmici :-).
    Un caro abbraccio.

    1. Esatto! Un motivo ci sarà… e lo ritrovo sempre.
      C’è da dire però che è così bello sperimentare che capisco anche perché a un certo punto si tenta con altre strade. In fin dei conti è bello sperimentare!
      Un caro saluto anche a te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.