Crêpes al grano saraceno con verdure e pollo

Crepes_pollo

Hop, hop, hop… triplo salto mortale ed eccoci di nuovo qui! ;)
Una settimana senza ricette mi è sembrata un’eternità eppure sono stata lontana più a lungo in altre occasioni. Diciamo che a differenza delle altre volte in cui era la stanchezza e un po’ di noia a tenermi a distanza da questo blog in questa occasione era l’assenza di ricette da proporre a farmi saltare l’appuntamento. Non sempre gli esperimenti in cucina riescono, capita di non indovinare la combinazione giusta e di dover “saltare un turno” per colpa della sfortuna. Ma eccomi qui con una ricetta insolita e speziata ispirata da un vecchio numero di Elle a table.

Sì, forse sono andata in fissa con le crêpes che, dopo una versione dolce, ho voluto sperimentare anche in chiave salata mescolando un po’ di Francia ai profumi dell’Oriente. L’impasto delle crêpes è quello delle galettes bretoni che hanno la farina di grano saraceno, a cui ho aggiunto un po’ di curcuma per colorarle. La farcitura è una delle ricette leggere che ogni tanto preparo, pratica e veloce, buona anche se riscaldata al microonde (perché lo dico ancora una volta, non è che qui si preparano sempre manicaretti!). Petto di pollo al curry con verdure che in questo caso sono patate e carote che non mancano mia in cucina ma che possono cambiare a seconda delle stagioni: piselli, fave, peperoni per fare qualche esempio, tutte verdure che con il pollo stanno bene.

E’ sicuramente un piatto completo che può essere arricchito da una salsa allo yogurt con erba cipollina, prezzemolo o menta. Come si fa? Facile anche questa! Serve uno yogurt al naturale, olio, limone e sale a cui aggiungere l’erba aromatica che preferite. Mescolate tutto insieme, assaggiate e aggiustate secondo i vostri gusti. Vi ho convinto?!

Buona settimana!

Crepes pollo

Crêpes al grano saraceno, verdure e pollo

80 g di farina di grano saraceno
2 uova
1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
1 cucchiaino raso di curcuma in polvere
200 ml di latte intero
sale q.b.
burro q.b.

300 g di petto di pollo
1 patata media
2 carote
1 cipolla bianca
1 cucchiaino raso di curry
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
olio extravergine d’oliva
sale e pepe
prezzemolo

(per 4 persone) Sbattete le uova e unite l’olio, la curcuma, un pizzico di sale e infine il latte mescolando con una frusta per evitare che si formino dei grumi. Lasciate riposare l’impasto per mezz’ora coperto da un canovaccio.
Mettete sul fuoco una padella adatta alla cottura delle crêpes (io da 24 cm), lasciate sciogliere un ricciolo di burro e iniziate a cuocere le crêpes fino a terminare la pastella. Ne verranno fuori 4-5, cercate di farle un po’ più spesse rispetto alle crêpes dolci. Tenete da parte sistemandole una sopra l’altra per non farle seccare.

Prendete la carne e tagliatela a cubetti non troppo grossi. Fate la stessa cosa con la patata e le carote, cercando di tagliarle delle stesse dimensioni della carne. Sbollentate le verdure per qualche minuto in acqua salata. Pulite le cipolla e affettatela sottilmente.
In una padella tipo wok scaldate abbondante olio, gettateci la cipolla e fatela soffriggere insieme al curry. Quando la cipolla sarà morbida aggiungete il concentrato di pomodoro dopo averlo diluito in un po’ d’acqua calda, lasciar cuocere per qualche minuto. Unite il pollo e, quando sarà completamente rosolato, aggiungerci le verdure sbollentate, infine salate e pepate. Continuate la cottura per una decina di minuti. Al termine aggiungete il prezzemolo tritato.
Assemblate il piatto sistemando all’interno di ogni crepes una buona porzione di pollo e verdure. Richiudete metà della crepes sul pollo e servite.

Volendo si può accompagnare il piatto con una salsa allo yogurt e erba cipollina o menta, secondo i vostri gusti.

You May Also Like

Girello di manzo al sale di Cervia di Giorgia Lagosti

Girello di manzo al sale di Giorgia Lagosti

Coniglio arrotolato o “galantinato”

Involtini di lonza con pancetta e salvia

Salsiccia e olive fresche, ricette d’autunno

7 thoughts on “Crêpes al grano saraceno con verdure e pollo”

  1. Ciao Marina.
    Hai ragione: a volte le ricette non riescono, oppure si è impegnati con il resto della vita quotidiana o semplicemente non si ha voglia di cucinare. Io però, a volte, mi sento un po’ in colpa se non posto qualcosa…nel senso che ho tanta voglia di migliorare il mio blog e allora mi dispiace se non ho tutto il tempo che vorrei per farlo crescere. Sicuramente il tuo modo di pensare è quello più giusto perchè laddove cucinare e postare diventa uno stress vuol dire che si sta perdendo di vista l’obiettivo principale che è senza dubbio quello di divertirsi.
    La ricetta è molto molto sfiziosa…come sempre.Un abbraccio.
    Chiara

    1. Ciao Chiara, con il tempo ho imparato che ognuno di noi deve regolarsi come crede meglio. La voglia di migliorarsi è un bellissimo stimolo e assecondarlo ti fa sentire meglio :)
      Come dici tu l’importante è non stressarsi!
      Un abbraccio

  2. Ti dico un segreto: per ottenere delle galette tipicamente traforate come quelle bretonnes, costellate di minuscoli buchi come un merletto, la prossima volta prova a mettere un cucchiaino di aceto bianco nella pastella.
    Io adoro le galettes e mi hai ricordato che devo farle presto. Ti mando un bacione cara Marina. Pat

  3. mi hai convinto sì! Di galettes ne ho fatto scorpacciate, ormai molti anni fa, “in loco” (che belle vacanze nel “tua” Francia), ma l’arricchimento con curcuma è da copiare :).
    Io aggiungerei anche la salsina, tanto per fare l’en plein. Per il resto… a chi la racconti? Che non ti riescano gli esperimenti nun-ce-credo ;) , ma ai periodi “di stanca” quelli sì, ne ho avuti molti, durati anche mesi, ma non siamo macchine. No? Bacione :)))

    1. Fausta prima di tutto dovrei fare due chiacchiere con te proprio sulle prossime vacanze… sento che sapresti consigliarmi bene ;)
      Poi te la racconto giusta perché quella settimana avevo il pollice nero della cucina e quello che avevo pensato di preparare per il blog era risultato indecente. Ma la “stanca” sta sempre dietro l’angolo!
      Baci grandi grandi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.