Minestra di borragine

Minestra di borragine_

Chi l’ha detto che le zuppe o le minestre sono solo invernali?!
La primavera è la stagione delle primizie, nuovi vegetali da cucinare in cui la dominante verde la fa da padrone.
Anni fa ho presentato proprio fra queste pagine la minestra primavera, oggi vi faccio conoscere un’altra minestra che mi ha fatto compagnia per diversi anni in questa stagione. Mia mamma l’aveva scoperta in un piccolo ricettario dedicato alle erbe realizzato dalla regione Emilia Romagna. Fino a quando mio padre non è andato in pensione eravamo solo io e lei a pranzo e il menu era molto leggero e spensierato. Lei che si è sempre divertita a sperimentare, molto spesso recuperando ricette dimenticate (chi vi ricorda?!) la preparava per il pranzo a cui abbinava un po’ di formaggio morbido da spalmare sul pane in mezz’ora, al massimo, il pranzo era pronto. Ogni tanto ci ricordiamo di quanto fosse semplice per lei imbastire questi pranzetti per noi rispetto alle “pretese” di mio padre che vuole un pizzico di primo, un pizzico di secondo oltre al contorno… e questi ricordi ci strappano un sospiro e un mezzo sorriso complice.

La borragine ha molte proprietà, soprattutto antinfiammatorie e cardiovascolari.  Si può assumere come tisana ma le sue qualità le dispensa sotto forma di olio, ricavato dai suoi semi. È ricca di fitoestrogeni che alle donne non fanno male ma ha anche delle controindicazioni da prendere in considerazione.
In cucina l’ho spesso mangiata fritta, un po’ come la salvia, oppure mescolata con uova e formaggio per farne delle frittelle golose. Viene usata anche nei ripieni della pasta o nei sughi, è di sicuro molto versatile e, grazie anche ai suoi piccoli fiori azzurri è diventata molto famosa nelle cucine di molti esteti gastronomici. I fiori li ho usati anche io per decorare questa zuppa semplicissima ma gustosa. La vedrei benissimo come piccola entrée in un’osteria di collina…

Minestra borragine

Minestra di borragine

per 4 persone:
200 g di foglie di borragine
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaio colmo di farina di farro
1 litro d’acqua bollente
sale
Parmigiano Reggiano 24 mesi q.b.
Rucola q.b.

Lavate accuratamente le foglie di borragine, scolatele e tritatele.
Mettete in una casseruola l’olio e, quando sarà caldo, unite la farina. Fate tostare la farina dopodichè aggiungete l’acqua bollente e appena riprende il bollore unite la borragine. Abbassate il fuoco e lasciate cuocere per 15 minuti, assaggiate e aggiustate di sale se serve.
Lavate la rucola e tritatela finemente.
Una volta cotta, dividete la zuppa e su ciascun piatto distribuite un po’ di rucola tritata (circa un cucchiaio per porzione) e abbondante parmigiano.

You May Also Like

Zuppa al latte di cocco e lenticchie

Minestra di pane umbra

La minestra del paradiso

Vellutata di carote arrosto

2 thoughts on “Minestra di borragine”

  1. Vediamo se oggi sono più fortunata.. perchè io al richiamo della borragine non ho resistito…
    Buon giorno meraviglia!
    intanto volevo dirti che quei paninozzi strafighi del lunedì di pasquetta saranno presto miei assieme alla focaccia ripiena di radicchio tardivo (il ripieno varierà,ma è per farti capire la ricetta, pooooooooooi io ADORO LA BORRAGINE..anche se qui nei miei distretti non fa molto…
    sabato scorso ho fatto un giro perlustrativo nel posto dove raccolgo le mie meline, vado lì perchè la strada è pianeggiante e il pomeriggio ho il sole in fronte che mi piace tanto.. devo arrivarci con la macchina dopo un buon 35 minuti di strada ma ne vale la pena, soprattutto se la natura ti premia con degli asparagi stra belli… (in realtà il mio intento sabato era pure quello, perchè lo scorso anno lì ne avevo raccolti un sacco e,nonostante una frana proprio nel punto esatto dove ce ne stanno di più, io mi sono arrampicata come una scimmia e li ho trovati comunque,con madre che pregava tutti i santi del paradiso possibili ). Però anche lì nemmeno l’ombra della nostra amica dai fiori blu..So anche io che si fanno dei ravioli buonissimi, un po’ come con l’ortica…ma purtroppo ancora on l’ho rambuscata..
    Dici che sta minestra viene bene anche col tarassaco? di quello ce ne sta di più…

    Comunque le mamme che facevano ste cose fast and furios sono mitiche..
    ci scappa pure la lacrimuccia oltre che il sopsirello ed il sorriso,ve?
    un bacio Mari .. e ci si infila pure due crostini…nella zuppetina, eh? ;)
    Manù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.